Syusy Blady è arrivata a Gerola Alta, sugli argini del fiume Bitto che da il nome al famoso formaggio. Ma è giusto definire il Bitto semplicemente "un formaggio"? È molto di più, è il re dei formaggi!

Con Syusy visitiamo il museo del Bitto, che è anche un luogo di stagionatura, dove queste forme vengono conservate anche per oltre 10 anni. Poi saliamo in alpeggio tra i pascoli montani dove scopriamo i "calècc", i caseifici itineranti degli artigiani del Bitto, che lo producono direttamente sul posto. In questo modo il latte viene lavorato subito, prima che il suo calore naturale si disperda. Più che artigiani, sono degli artisti!

Se il reportage di Syusy vi ha fatto venire la curiosità di assaggiare il Bitto, l'idea migliore è di certo andare sul posto! Magari approfittando di un appuntamento interessante: nel weekend del 14 e 15 ottobre a Morbegno si tiene l'annuale Mostra del Bitto, arrivata all'edizione numero 110. Il Bitto, oltre a essere un formaggio d'alpe ricco e saporito, rappresenta da più un secolo la fortuna e la fatica di questi luoghi. Ed è il frutto di gesti e di procedimenti che vanno celebrati regolarmente per non perderne memoria e fare in modo che continuino a esistere, nonostante i cambiamenti socio-economici!

Questa fiera quindi è una bella occasione per conoscere scoprire il mondo dell'alpeggio e dei suoi mestieri tradizionali, che rischiano di sparire perché ormai lontani dalla frenesia contemporanea. Per tutto il weekend in città rievocazioni storiche e dimostrazioni, degustazioni, street food e mercatini dedicati alle specialità gastronomiche locali. Consultate il programma sul sito della Mostra