Roma, 16 marzo 2017 - Un tormentone si aggira per Facebook. "Sfida accettata", si legge sulle bacheche a ogni angolo del social network. Abbinata alla frase una foto che, nella stragrande maggioranza dei casi, ritrare l'utente una decina di anni fa o ancora prima. Di base, il senso che si trasmette è quello della classica immagine "di quando si era giovani". Beh, in realtà, il significato della fatidica 'sfida' è stato travisato. Modificato, adattato, con lo stesso vigore con cui è diventato virale. Effetto del passaparola, quel telefono senza fili che sui social raramente funziona. 

COS'E' 'SFIDA ACCETTATA' - Si tratta di una catena di Sant'Antonio, diciamolo subito. Con un nobile fine, come già altre in passato. In linea teorica, una volta postata l'immagine, bisognerebbe controllare chi mette 'mi piace' e, una volta incassato il like, inviargli il seguente messaggio: "Since you liked my picture, you now have to post a black & white picture of you and write Challenge Accepted. Let’s fill Facebook with black & white pictures to show our support for the battle against cancer. That is the challenge. When your friends like your post, you send them this message". Tradotto: "Siccome hai messo 'mi piace' alla mia foto, ora devi postare un'immagine in bianco e nero e scrivere 'Sfida accettata'. Riempiamo Facebook con foto in bianco e nero per mostrare la nostra lotta contro il cancro. Questa è la sfida. Quando i tuoi amici mettono 'mi piace' al post, inviagli questo messaggio".

PERCHE' STIAMO SBAGLIANDO - Facile notare le imperfezioni. Nel messaggio non viene specificato da nessuna parte di mettere immagini personali. E, soprattutto, la conditio sine qua non è quella di postare foto in bianco e nero. Basta scorrere rapidamente Facebook per verificare come raramente la regola venga rispettata. Il narcisismo di molti utenti ha trasformato la catena, che probabilmente voleva sfruttare il contrasto del bianco e nero col coloratissimo mondo social attuale, in un'occasione di mostrare sè stessi. Magari con un pizzico di nostalgia (e voyeurismo). Quel che, invece, ha funzionato è l'attenzione sulla 'Challenge Accepted', con milioni di utenti che in questi giorni hanno cercato di capire l'origine del tormentone.