Domenica 21 Luglio 2024
Giancarlo Ricci
Giancarlo Ricci
Tech

Razzo cinese parte per sbaglio: Tianlong-3 esplode durante un test

Era destinato a essere il fiore all'occhiello dell'industria aerospaziale cinese, un colosso alto come un grattacielo pronto a sfidare i giganti americani.

Il momento dell'esplosione del razzo cinese

Il momento dell'esplosione del razzo cinese

Da sogno ad incubo nel giro di pochi minuti. Il razzo Tianlong-3 si è trasformato in un incubo di fuoco e metallo contorto, infrangendo le ambizioni spaziali della Cina in una frazione di secondo.

Un decollo imprevisto

Il 30 giugno 2024, alle 9:34 del mattino, il sito di test della startup Space Pioneer nella provincia di Henan è stato scosso da un'esplosione che ha fatto tremare la terra. Il Tianlong-3, un razzo spaziale di ultima generazione, ha improvvisamente preso il volo durante quello che avrebbe dovuto essere un semplice test di accensione statica.

"È stato come vedere un cavallo imbizzarrito liberarsi dalle redini", racconta un testimone oculare. "Il razzo si è alzato in aria all'improvviso, lasciando tutti a bocca aperta".

Un gigante d'acciaio

Il Tianlong-3 non era un razzo qualunque. Con i suoi nove potenti motori TH-12, era stato progettato per trasportare fino a 17 tonnellate di carico in orbita terrestre bassa, posizionandosi come diretto concorrente del Falcon 9 di SpaceX.

Space Pioneer, l'azienda dietro questo ambizioso progetto, puntava a rivoluzionare l'industria spaziale cinese. Il primo volo ufficiale era previsto per la fine del 2024, con l'obiettivo di affermare la Cina come leader nell'esplorazione spaziale.

Fuoco e fumo su Gongyi

Il volo imprevisto del Tianlong-3 è durato solo pochi secondi. Il razzo, privo di controllo, si è schiantato a circa 1,5 chilometri dal sito di lancio, esplodendo in una palla di fuoco che ha illuminato il cielo mattutino.

La vicina città di Gongyi è stata scossa dall'esplosione, con i residenti che hanno assistito attoniti alla scena. "Pensavamo fosse un terremoto", racconta una donna del posto. "Poi abbiamo visto il fumo e capito che era successo qualcosa di grave".

Le conseguenze del disastro

Miracolosamente, non ci sono state vittime o feriti. L'incidente è avvenuto in una zona relativamente isolata, evitando quella che avrebbe potuto essere una tragedia di proporzioni ben maggiori.

Tuttavia, i danni sono ingenti. Oltre alle strutture della Space Pioneer, è l'intero programma spaziale cinese a subire un duro colpo. "Questo incidente avrà ripercussioni su tutta l'industria", afferma un esperto del settore. "Ci vorranno mesi, se non anni, per recuperare la fiducia e tornare ai livelli pre-incidente".

Un futuro incerto

Le cause del disastro sono ancora da accertare. Gli ingegneri di Space Pioneer lavorano instancabilmente per capire cosa sia andato storto, mentre le autorità hanno avviato un'indagine approfondita.

Nonostante il grave contraccolpo, Space Pioneer ha già annunciato la volontà di proseguire nel programma. L'azienda può contare su precedenti successi, come il lancio del Tianlong-2 nell'aprile 2023, che l'ha resa la prima compagnia privata cinese a inviare un razzo a propellente liquido nello spazio[6].

Il Tianlong-3 giace ora a terra, simbolo di un sogno infranto. Ma la corsa allo spazio è tutt'altro che finita. La Cina e le sue ambiziose startup sono determinate a rialzarsi e a riconquistare il cielo. Il futuro dell'esplorazione spaziale cinese è ancora tutto da scrivere.