Lunedì 22 Aprile 2024

Come spendono i ragazzi. Le app affossano i contanti. Così il denaro è condiviso

Sfida tra colossi online sul passaggio dei budget dai genitori ai bambini. Dal “versamento“ sullo smartphone all’orologio da cui disporre i pagamenti

Una delle app per le paghette ai figli

Una delle app per le paghette ai figli

Roma, 19 febbraio 2024 – La corsa dei pagamenti digitali porta con sé anche la ‘dematerializzazione’ della paghetta: sono ormai numerose, infatti, le applicazioni per smartphone che consentono ai genitori di versare periodicamente ai figli la classica piccola cifra, pattuita per le spese quotidiane, in modalità ‘contactless’, ovvero senza il passaggio di contante. 

Satispay per over 14

Il debutto più recente nel mercato delle paghette digitali è quello dell’app Satispay che, nei giorni scorsi, ha aperto ai ragazzi dai 14 anni in su.

Come funziona? Basta scaricare l’app sul proprio smartphone e registrarsi inserendo i propri dati identificativi, indicando un genitore o un tutore legale che potrà autorizzare la creazione dell’account (se, a sua volta, iscritto).

Il wallet (letteralmente, ‘portafoglio digitale’) potrà essere ricaricato, dunque, ricevendo denaro dai genitori: il budget può essere speso nei negozi o e-commerce che accettano Satispay e rientrano nelle categorie merceologiche autorizzate per i minori. Può essere utilizzato anche per scambiare soldi tra amici. Nei limiti del saldo disponibile, ovviamente.

Pixpay per over 10

È una carta prepagata e può essere usata, dai 10 anni in su, in abbinamento a due app: una per l’educazione finanziaria di bambini e ragazzi e una per consentire ai genitori di avere tutto sotto controllo. L’invio automatico della paghetta può essere programmato dall’app; è possibile, inoltre, ricevere notifiche delle spese in tempo reale e decidere cosa possono fare i figli con la propria carta (ad esempio, attivando o disattivando i prelievi, i pagamenti online e all’estero, etc). L’app contiene oltre 30 funzionalità educative per insegnare ai ragazzi - in maniera ludica, attraverso missioni e sfide con ricompense - a gestire il proprio budget.

Revolut under 18

Ideata per i minori dai 7 ai 17 anni, Revolut under 18 è collegata al conto dei genitori e ha l’obiettivo di insegnare ai figli la gestione delle finanze personali tramite il conto online e la carta prepagata associata. Con Revolut under 18 i genitori possono assicurarsi sia il controllo delle spese sia la gestione periodica dei trasferimenti di denaro ai propri figli.

Apple cash family

Ovvero la paghetta versata su Apple Watch. Tra le soluzioni più all’avanguardia c’è quella escogitata da Apple: con Apple cash Family non si ha più bisogno neppure dello smartphone, perché il denaro può essere caricato, in modo sicuro, sull’Apple Watch del proprio figlio (configurato, ovviamente, con l’iPhone dei genitori). I giovani potranno acquistare ovunque sia accettato il sistema di pagamenti digitali Apple Pay e i genitori riceveranno una notifica per ogni transazione effettuata.