Immagini create con l’intelligenza artificiale: Google le etichetterà

Ormai è possibile creare immagini del tutto simili a quelle reali e distinguerle a volte è quasi impossibile

Meta, 'al lavoro su un'etichetta per i contenuti con l'IA'

Meta, 'al lavoro su un'etichetta per i contenuti con l'IA'

Nel vasto panorama digitale di oggi, creare un'immagine da zero non è più un compito riservato solo agli esperti di Photoshop. Grazie all'avvento di diverse piattaforme e strumenti, sia gratuiti che a pagamento, è ora possibile generare immagini quasi fotorealistiche utilizzando modelli text-to-image. Tuttavia, con la crescente sfida nel distinguere il reale dal falso, Meta ha preso una posizione decisa annunciando l'introduzione di specifiche etichette per le immagini create con strumenti di terze parti, una mossa che mira a garantire maggiore trasparenza nell'era dell'intelligenza artificiale (IA).

Etichette su Facebook, Instagram e Threads

Meta, la società madre di piattaforme popolari come Facebook, Instagram e Threads, ha riconosciuto la crescente domanda di trasparenza da parte degli utenti, specialmente in un contesto in cui i contenuti sintetici sono sempre più difficili da distinguere da quelli reali. In risposta a questa esigenza, l'azienda si impegna a collaborare con altre aziende per sviluppare uno standard che consenta di segnalare i contenuti generati dall'IA. Nel frattempo, Meta ha annunciato l'introduzione dell'etichetta "Imagined with AI" per identificare le immagini generate dall'intelligenza artificiale su Facebook, Instagram e Threads a partire dai prossimi mesi.

Standard e identificazione

L'etichetta "Imagined with AI" verrà applicata non solo alle immagini create con strumenti di terze parti, ma anche a quelle generate utilizzando piattaforme di grandi nomi come OpenAI, Microsoft, Google, Adobe, Midjourney e Shutterstock. Questa identificazione sarà resa possibile grazie alla presenza di watermark invisibili basati sugli standard C2PA e IPTC. Il rollout di queste etichette sarà graduale e verrà implementato in tutte le lingue supportate dalle piattaforme.

Video e audio

Al momento, non esistono standard simili per i video e l'audio generati dall'IA. Tuttavia, Meta ha annunciato l'intenzione di introdurre una funzionalità che consentirà agli utenti di indicare i video e l'audio generati dall'IA. È importante notare che gli utenti che non utilizzano gli strumenti per l'identificazione dell'IA potrebbero essere soggetti a sanzioni come sospensioni, ban e rimozione dei loro post. Nei casi in cui il contenuto rappresenti un rischio elevato, Meta prevede di aggiungere etichette più evidenti per avvertire gli utenti.

Stable Signature: la tecnologia del futuro

Riconoscendo le sfide nell'identificare tutti i contenuti generati dall'IA, Meta ha avviato lo sviluppo di una tecnologia innovativa chiamata Stable Signature. Questa tecnologia integra il watermark nel processo di generazione dell'immagine, rendendolo intrinsecamente legato all'immagine stessa e quindi non rimovibile. Questo approccio mira a garantire una maggiore autenticità e affidabilità nell'ambiente digitale in continua evoluzione.

In un mondo in cui la tecnologia continua a spingersi verso nuovi orizzonti, la trasparenza diventa cruciale per mantenere la fiducia degli utenti. Con l'introduzione di etichette per le immagini generate dall'IA e lo sviluppo di tecnologie innovative come Stable Signature, Meta si impegna a guidare il settore verso un futuro in cui l'autenticità e la chiarezza sono prioritari.