La decisione finale verrà presa, e annunciata, solo a giugno, ma giorno dopo giorno si fa sempre più concreta la possibilità che i Giochi di Tokyo si svolgano porte chiuse, come dichiarato ieri dalla presidente del Comitato locale, Seiko Hashimoto. Una scelta difficile, che gli organizzatori e il Cio stanno cercando di evitare, ma sembra la strada da intraprendere per non mettere a rischio l’evento. Intanto il Coni accelera nei preparativi per la spedizione e ormai è tutto pronto per avviare la vaccinazione degli atleti, anche se almeno la metà, quelli dei gruppi sportivi militari e dei corpi dello Stato, sono già coperti.