Ennesima puntata dell’infinita storia di doping di Sun Yang. Il 29enne tre volte campione olimpico cinese di nuoto però stavolta ha incassato un punto a suo favore: il Tribunale federale svizzero ha infatti accolto il ricorso dell’atleta contro il Tas accusato dai legali di Yang di non essere stato imparziale nel processo al nuotatore cinese, squalificato a 8 anni per doping. L’Alta Corte del tribunale elvetico ha solo chiesto di rifare il processo cambiando i componenti del Tas. Sun Yang può tornare a nuotare a sette mesi dai Giochi, ma non è fuori dai guai, perché il tribunale svizzero si è espresso solo in merito al ricorso sulla presunta ‘parzialità’ di un giudice, Franco Frattini, del panel del Tas che aveva fermato il nuotatore: hanno pesato i tweet del presidente della giuria, nei quali si mostrava l’avversione per esempi di crudeltà sugli animali in Cina.