La splendida cornice. di Villa Borghese a Roma (. Foto Ufficio Stampa Fise
La splendida cornice. di Villa Borghese a Roma (. Foto Ufficio Stampa Fise
di Paolo Manili Presentato ieri a Roma l’88esimo Csio di Roma Piazza di Siena-Master Fratelli D’Inzeo, che si svolgerà nello storico ovale di Villa Borghese la settimana prossima (26-30 maggio). Sarà un’edizione diversa dal solito, senza tribune né pubblico ma a forte copertura mediatica di Rai 2 e Rai Sport. Benché a porte chiuse l’evento che l’anno scorso era stato dolorosamente cancellato, tornerà ad ospitare i migliori cavalieri e cavalli del mondo che venerdì pomeriggio disputeranno la gara a squadre, ossia la Coppa delle Nazioni Intesa San Paolo:...

di Paolo Manili

Presentato ieri a Roma l’88esimo Csio di Roma Piazza di Siena-Master Fratelli D’Inzeo, che si svolgerà nello storico ovale di Villa Borghese la settimana prossima (26-30 maggio). Sarà un’edizione diversa dal solito, senza tribune né pubblico ma a forte copertura mediatica di Rai 2 e Rai Sport. Benché a porte chiuse l’evento che l’anno scorso era stato dolorosamente cancellato, tornerà ad ospitare i migliori cavalieri e cavalli del mondo che venerdì pomeriggio disputeranno la gara a squadre, ossia la Coppa delle Nazioni Intesa San Paolo: in campo 12 formazioni (Belgio, Brasile, Egitto, Francia, Germania, Giappone, Irlanda, Italia, Messico, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Svezia) per un trofeo che sa rinnovare la sua magìa nonostante il passare degli anni. In realtà al complesso delle gare internazionali nelle 5 giornate dell’evento parteciperanno 90 amazzoni e cavalieri con 210 cavalli di ben 20 nazioni, i quali si contenderanno un montepremi complessivo di 800mila Euro.

Tra i fuoriclasse in gara spiccano il "numero uno" del mondo, lo svizzero Steve Guerdat, campione olimpico 2012, tre volte vincitore della World Cup e leader del ranking mondiale negli ultimi due anni. Recentemente ha vinto in Francia il GP "cinque stelle" di Grimaud-St. Tropez, e il GP "quattro stelle" di Gorla Minore. Oltre a Guerdat, l’elenco degli iscritti presenta ancora quattro "top ten" della Fei computer list: l’altro elvetico Martin Fuchs (3° del ranking), lo statunitense Kent Farrington (7°), il britannico Scott Brash (8°) e l’irlandese Darragh Kenny (10°). Fra i 12 team della Coppa alcuni ritornano a Roma dopo lunghe assenze: dopo 21 anni il Giappone, Paese che ospita le imminenti Olimpiadi, dopo ben 53 anni il Messico, infine l’Egitto, che mancava da 67 anni. Debutta invece la Repubblica Ceca. Gli azzurri in squadra, che hanno vinto le ultime due volte nel 2017 e 2018 - serie interrotta dalla Svezia nel 2019- sono Gaudiano (Chalou), la Martinengo Marquet (Elzas), Marziani (Lightning) e Pisani (Chaclot). Altri 14 parteciperanno alle gare individuali -fra di essi autentici assi come Bicocchi, Bologni, Brotto, Bucci, De Luca e Zorzi- altri ancora scenderanno in campo tranne che nel Rolex Gran Premio Roma di domenica.

Naturalmente Piazza di Siena edizione 2021 ha in programma anche gare "di contorno" che si svolgeranno sul terreno in sabbia del rinnovato Galoppatoio di Villa Borghese, dove avranno luogo anche un torneo di polo in notturna, gare nazionali per giovani e per i pony. La presentazione di ieri ha contato sulla presenza di Vito Cozzoli (presidente e ad di Sport e Salute S.p.A) e Giovanni Malagò (presidente Coni), indi del presidente della Fise Marco Di Paola, della Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi e di Roberto Tavani, delegato Sport della Presidenza Regione Lazio.