Federica Pellegrini, 32 anni: quella di Tokyo sarà la sua quinta Olimpiade
Federica Pellegrini, 32 anni: quella di Tokyo sarà la sua quinta Olimpiade
di Leo Turrini Vedi Napoli e poi smetti. Abituata a divertire con i colpi di scena, Federica Pellegrini non si sottrae al gusto della sorpresa. La sua gloriosa carriera in piscina non si concluderà alla Olimpiade di Tokyo. Ci sarà un epilogo. In stile pizza e mandolino. l’annuncio. Fede ha scelto la ribalta della International Swimming League, torneo a squadre riservato ai migliori...

di Leo Turrini

Vedi Napoli e poi smetti. Abituata a divertire con i colpi di scena, Federica Pellegrini non si sottrae al gusto della sorpresa. La sua gloriosa carriera in piscina non si concluderà alla Olimpiade di Tokyo.

Ci sarà un epilogo. In stile pizza e mandolino.

l’annuncio. Fede ha scelto la ribalta della International Swimming League, torneo a squadre riservato ai migliori nuotatori del mondo, per ufficializzare la svolta.

"Dopo i Giochi, dal 26 agosto al 30 settembre, Napoli ospiterà la fase eliminatoria – ha spiegato la Divina – Io sarò in vasca e credo che mi divertirò molto. Dovrò solo stare attenta a non esagerare con la cucina partenopea, rischio di ingrassare...".

Il cuore. A Federica piace l’idea romantica di congedarsi dal pianeta nuoto davanti al pubblico italiano. Chiudere in casa una carriera infinita, ecco la suggestione.

"Spero che per quella data non ci siano più restrizioni – ha aggiunto la Pellegrini –. La presenza della gente sugli spalti manca a tutti, non solo a me".

No Europei. La regina dei 200 stile libero ha comunque escluso di poter protrarre gli impegni agonistici sino al 2022. "So che l’anno prossimo ci saranno gli Europei – ha detto Fede – ma entro fine anno chiudo. Il fisico è sotto pressione e l’età non perdona. Sono vicina all’addio alle competizioni".

In Australia. Peraltro, come si conviene alle dinamiche mediatiche dello straordinario personaggio, esiste anche uno scenario alternativo. Ambientato in Australia, dove subito dopo Natale la International Swimming League celebrerà l’atto conclusivo.

"Se la mia squadra, diretta da Domenico Fioravanti, si qualificasse per la finale – ha spiegato Fede – non potrei certo tirarmi indietro. Intanto mi concentro su Tokyo, sull’ultima Olimpiade. So che l’australiana Titmus ha nuotato i 200 in 1’53”09, ad appena undici centesimi dal mio record mondiale che resiste dal 2009. So che prima o poi me lo toglieranno, ma io mi alleno per i Giochi...".

Il resto, pizza compresa, verrà.