Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 giu 2022

Pecco, una pole di classe e cuore

Che caldo al Sachsenring: giro super di Bagnaia ma Quartararo è lì. Sei Ducati nelle prime otto, lo start alle 14

19 giu 2022
marco galvani
Sport

di Marco Galvani

Nel forno del Sachsenring, dopo il blackout nel circuito a causa dell’ondata di caldo, si accende il ‘casco rosso’ di Pecco Bagnaia: pole da record (1’19.931), la terza di stagione per l’ufficiale Ducati. Fabio Quartararo (Yamaha) ci prova, ma si ferma a 76 millesimi. Chiude la prima fila la Ducati Pramac di Johann Zarco (+0,099). Si deve accontentare del 4° tempo Aleix Espargarò su una Aprilia meno incisiva rispetto a Mugello e Barcellona, ma comunque in grado di stare nella Top 10 anche con Maverick Viñales (9°). Gran 5° per la Ducati Gresini con Fabio Di Giannantonio, mentre per il compagno di squadra Enea Bastianini continua il momento no: dopo aver stupito al via della stagione con tre vittorie, anche in Germania parte in salita, sparisce in Q1 e dovrà scattare soltanto 17°.

Nel borsino piloti Ducati – anche in vista della decisione sull’erede di Jack Miller nel team factory – salgono le quotazioni di Jorge Martin, 8° con la Desmo Pramac (alle spalle di Luca Marini). In fondo la sfida mercato è tra Bastianini e Martin. Con il direttore sportivo di Ducati Corse, Paolo Ciabatti, che vorrebbe "dare a Jorge un po’ più di possibilità di guidare la moto senza problemi fisici". Ecco perché "probabilmente aspetteremo la seconda gara di agosto per valutare la situazione". Messe a tacere le voci del paddock secondo cui Ducati avrebbe messo gli occhi su Joan Mir (Suzuki) chiarendo che la scelta sarà tra Enea e Jorge, Ciabatti conferma che "rinnoveremo con Zarco in Pramac. Credo che in Ducati ci siano molti piloti competitivi, dobbiamo fare la scelta migliore tra loro". Tornando in pista, il riferimento al Gp di Germania è Bagnaia, "contento per un bel tempo realizzato su una pista difficile per noi. Sfruttiamo molto bene le gomme e la nuova carena ci sta dando una bella mano. Per la gara direi che siamo pronti". Ha invece alzato bandiera bianca Alex Rins (Suzuki): troppo dolore al polso sinistro fratturato a Barcellona, niente Gp.

In Moto2 pole di Sam Lowes (1’23.493), poi Albert Arenas e Augusto Fernandez. Il leader Celestino Vietti 8° alle spalle di Tony Arbolino. Izan Guevara si prende la pole (record) della Moto3 davanti a Dennis Foggia e Daniel Holgado. Il leader di classifica Sergio Garcia parte 8°.

Così oggi le gare in diretta tv su Sky e TV8: alle 11 Moto3, alle 12.20 Moto2 e alle 14 la MotoGp.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?