20 gen 2022

"Non rinuncerò ai tatuaggi per una divisa"

Nicola Bartolini: "I gruppi sportivi dei corpi non mi vogliono per questo, ma non cambio. E guadagno meno di un calciatore di Eccellenza"

giuliana lorenzo
Sport
Nicola Bartolini, 25 anni, campione del mondo al corpo libero nei mondiali
Nicola Bartolini, 25 anni, campione del mondo al corpo libero nei mondiali
Nicola Bartolini, 25 anni, campione del mondo al corpo libero nei mondiali

di Giuliana Lorenzo Orgoglioso, testardo di quelli che se si mettono in testa una cosa trovano il modo di raggiungerla. Nicola Bartolini, ginnasta cagliaritano classe 1996, non a caso, a ottobre, in quella terra in cui pensava di non andare più dopo che gli è stata negata l’Olimpiade di Tokyo ha vinto il titolo Mondiale al Corpo Libero. Uno schiaffo morale a chi l’ha sempre scoraggiato, un premio a quel bambino che ha iniziato a muovere i primi passi nella ginnastica perché gli piacevano le capriole. Oggi, la ginnastica non è un gioco: è il suo lavoro. Tesserato con la Pro Patria Bustese, ha pensato di smettere per ben due volte, ma è sempre tornato con tenacia e voglia di rivalsa e con quella carica di energia e positività che lo contraddistingue. Ha realizzato la sua impresa al Mondiale? "Non ho ancora metabolizzato: è un bene, continuo a fare la vita di sempre. Non mi sono adagiato. È cambiata la visibilità che ho avuto con questa medaglia. Le persone si aspettavano già prima tanto da me, adesso ancora di più. Ci sono tante aspettative anche da chi mi dava spacciato". Sul collo ha un tatuaggio con scritto unlucky: una sorta di provocazione? "L’ho fatto in un periodo un po’ grigio, era un modo di schermire la sfortuna. Sta a noi decidere se farci schiacciare dalla sfortuna o viceversa. Ci sono stati degli sfortunati eventi nella mia carriera, infortuni, cose che non andavano, è uno sport complesso e ci si butta giù facilmente". Ha fatto un tatuaggio per il Mondiale: che significato ha? "Mi sono affidato a un artista che fa disegni molto realistici. Mi piacciono i teschi, anche se ammetto sia una cosa un po’ macabra. Ho fatto un teschio, con lo sfondo della bandiera giapponese e il numero uno per ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?