Aveva battuto la sfortuna, riuscendo a tornare in sella ad una moto pur ritrovandosi a guidare con un braccio solo. Ma Alberto Zapata (nella foto), conosciuto in Argentina come ‘Wey’ Zapata, questa volta non ce l’ha fatta: a causa delle ferite riportate in un incidente in gara, ha perso la vita. A novembre, vittima di un incidente d’auto, si era salvato grazie al pronto intervento di una infermiera: i medici erano però stati costretti ad amputargli il braccio sinistro. Dimostrando, però, di avere una grandissima forza di volontà, Zapata era riuscito a tornare ad allenarsi appena lasciato l’ospedale, in sella ad una moto che si adattasse alle sue esigenze. Dopo un undicesimo posto in una delle gare a cui aveva preso parte, nelle scorse settimane ha pure conquistato un podio. Però domenica scorsa, in un’altra gara contro ‘normodotati’, l’incidente che gli ha tolto la vita: caduto dopo un salto, ‘Wey’ è rimasto in mezzo alla pista, travolto da due incolpevoli moto di altrettanti rivali in pista.