Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
17 giu 2022

Mugello a rischio? No, c’è il contratto

17 giu 2022
Carmelo Ezpeleta, 75 anni, n.1 di Dorna
Carmelo Ezpeleta, 75 anni, n.1 di Dorna
Carmelo Ezpeleta, 75 anni, n.1 di Dorna
Carmelo Ezpeleta, 75 anni, n.1 di Dorna
Carmelo Ezpeleta, 75 anni, n.1 di Dorna
Carmelo Ezpeleta, 75 anni, n.1 di Dorna

MOTOGP

di Marco Galvani

Il Motomondiale accende i motori in Germania. Al Sachsenring è atteso il sold out (già superate le vendite del 2019 con 201mila presenze) anche senza Valentino Rossi e il re del circuito, Marc Marquez, che ha monopolizzato le ultime 8 edizioni nella top class. Mentre a mille chilometri di distanza, al circuito del Mugello, il clima è opposto. Le parole del numero uno della Dorna Carmelo Ezpeleta hanno mandato in fibrillazione il motorsport nazionale. Il circus non può permettersi tribune vuote trasmesse in mondovisione come nella recentissima edizione. A maggior ragione in un tempio come il Mugello. Ezpeleta se la prende con gli organizzatori che avrebbero fatto "poca promozione" arrivando a sole 74.078 presenze in tre giorni. Lontane anni luce dal record dei 164.418 del 2017, ma anche dai 139.329 dell’ultimo anno senza Covid, il 2019. Eppure (quasi) ovunque c’è sempre il pieno di pubblico. Certo, in contemporanea con il Mugello c’era la Formula Uno a Montecarlo, "un errore, considerato cosa rappresenta la Ferrari per l’Italia", riconosce il ceo Dorna. Ecco perché "la prova del nove sarà a Misano", la deadline di Ezpeleta, mettendo in discussione la presenza di due Gran premi in Italia: "Devono avere successo, altrimenti non ha senso tenerne due". Quanto basta per scatenare la reazione degli organizzatori, anche se Ezpeleta è "convinto che ci sia una soluzione". Anche perché, è poi emerso ieri, è appena stato firmato un accordo fino al 2026 per la tappa del Mugello del Motomondiale: e rinunciarvi sarebbe molto costoso per Dorna.

Nel frattempo le attenzioni sportive si concentrano sul Gp di Germania e sulle ambizioni di Aleix Espargarò e dell’Aprilia. Dopo il clamoroso errore a Barcellona e la festa per il podio con un giro di anticipo, Espargarò punta al podio. Ottimista anche Pecco Bagnaia che vuole risollevarsi dall’incolpevole zero spagnolo. Fabio Quartararo (Yamaha) permettendo.

Così il weekend in diretta tv. Oggi solo su Sky: Libere 1 alle 9 Moto3, alle 9.55 MotoGp, alle 10.55 Moto2. Libere 2 alle 13.15 Moto3, alle 14.10 MotoGp, alle 15.10 Moto2. Domani su Sky Libere 3 alle 9 Moto3, alle 9.55 MotoGp, alle 10.55 Moto2. Diretta su Sky e TV8: le qualifiche domani alle 12.35 Moto3, alle 14.10 MotoGp, alle 15.10 Moto2. Domenica le gare alle 11 Moto3, alle 12.20 Moto2 e alle 14 la MotoGp.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?