Jerez de la Frontera, 5 maggio 2018 - Marquez record al Gp di Spagna 2018. Dopo una prima giornata in sordina lo spagnolo dell'Honda domina le libere 3 a Jerez con il migliore tempo di sempre sul circuito, 1'37"702, limando di due decimi il primato stabilito nel 2015 da Lorenzo. Dietro Crutchlow (+0.271), ieri il più veloce. Terzo posto per Iannone (+0.287), poi Zarco (+0.461), davanti allo stesso Lorenzo e a Miller. Settimo Rossi, staccato di 638 millesimi. Accedono direttamente alla Q2 anche Petrucci, Pedrosa e Rins. Grandi esclusi Vinales e il leader della classifica Dovizioso, 11esimo. Alle 14.05 scattano le qualifiche

Motogp Jerez 2018 live, qualifiche in diretta

LIBERE 3, RISULTATI E TEMPI

MotoGp Jerez 2018 live, rivivi la diretta

Motogp Spagna 2018 a Jerez, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)

TWEET LIVE  

PILOTI IN Q2 - I dieci piloti che accedono direttamente al Q2 sono Marquez, Crutchlow, Iannone, Zarco, Lorenzo, Miller, Rossi, Pedrosa, Petrucci e Rins. 

MotoGp, la classifica del Mondiale aggiornata

MOTO 2 - In Moto2 domina Lorenzo Baldassarri.  L'italiano del team Pons HP40 gira in 1'41"890 abbassando il record della pole e chiudendo davanti a Jorge Navarro (+ 0.395, Federal Oli Gresini). Terzo Mattia Pasini (Italtrans Racing a 0,4s), mentre Alex Marquez (EG 0,0 Marc VDS) vittima di una caduta, termina con il quinto tempo alle spalle di Sam Lowes (Swiss Innovative Investors). Tra i rookie il migliore e' ancora Romano Fenati (Marinelli Snipers Team) settimo a 0,5s dalla vetta, mentre Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46), leder del campionato, è nono.

MOTO 3 - Jorge Martin ha fatto registrare il miglior tempo nella terza sessione di prove libere di Moto3. Lo spagnolo del Del Conca Gresini, in 1'46"256, ha preceduto il compagno di team, l'italiano Fabio Di Giannantonio che ha chiuso con un ritardo di 0,092s. Lo spagnolo Aron Canet (EG 0,0) chiude il terzetto di testa, mentre è quarto l'italiano Niccolò Antonelli (Sic58 Squadra Corse), settimo Enea Bastianini (Leopard Racing), nella top ten anche Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing) che chiude con il nono tempo. 

MOTOGP, I TEMPI DOPO LE LIBERE 2 - Questi i migliori tempi al termine delle seconde prove libere del GP di Spagna della classe MotoGP: 1. Cal Crutchlow (Gbr) Honda 1'38"614 alla media di 161,4 Km/h 2. Dani Pedrosa (Esp) Honda 1'38"642 3. Johann Zarco (Fra) Yamaha 1'38"705 4. Andrea Iannone (Ita) Suzuki 1'38"709 5. Marc Marquez (Esp) Honda 1'38"863 6. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati 1'39"068 7. Jorge Lorenzo (Esp) Ducati 1'39"076 8. Jack Miller (Aus) Ducati 1'39"102 9. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 1'39"248 10. Pol Espargaro (Esp) Ktm 1'39"311. 

Belen Rodriguez, showgirl e fidanzata di Andrea Iannone

MOTOGP, IL PUNTO DOPO LA PRIMA GIORNATA - Tutto da scrivere questo Gp di Spagna: i grandi favoriti per la vittoria finale, lo spagnolo Marc Marquez e Andrea Dovizioso, non sono andati oltre il quinto e sesto tempo. Il campione del Mondo in carica è anche caduto con la sua Honda nel finale della sessione pomeridiana, per fortuna senza grosse conseguenze. "E' stato un mio errore - ha ammesso - ho staccato troppo tardi". Marquez si dice comunque "contento del mio primo giorno qui a Jerez perché penso che abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo fatto molti giri con le gomme usate e questo è importante in vista della gara".  In netta crescita rispetto al primo turno di prove Dani Pedrosa che ha ottenuto il secondo miglior tempo dopo il 14esimo della mattima.  "Sono andato, passo dopo passo, migliorando nel corso della giornata, soprattutto nella seconda sessione, quando ero in grado di spingere un po' di più" spiega a fine giornata. "L'aspetto positivo è che mi sono sentito meglio rispetto all'ultima gara, anche se non sono ancora al 100%. Ho più libertà di movimento e questo mi consente di muovermi meglio sulla moto". Iannone conferma la competitività delle ultime gare: "Sono contento - commenta il pilota Suzuki al termine delle libere 2 - abbiamo lavorato bene e la moto l'abbimo migliorata. Spero abbiamo ancora margini per diventare più veloci, credo sia la chiava della gara".

Andrea Dovizioso, che aveva terminato in prima posizione le FP1 del mattino, nel pomeriggio ha ulteriormente migliorato il proprio crono e ha chiuso la giornata al sesto posto in 1:39.068, seguito a pochi millesimi dal suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, settimo in 1:39.076. "E' stata una prima giornata positiva, in cui abbiamo confermato i riscontri del test di novembre e, anche se oggi le temperature erano diverse, sono riuscito a stabilire un buon feeling con la mia Desmosedici GP (...). Tutto sommato siamo partiti con una buona base, anche se non è ancora sufficiente e quindi domani dovremo migliorare". Ottimista ma non del tutto soddisfatto Jorge Lorenzo, settimo con il tempo di 1'39"076. "Oggi abbiamo fatto molte prove e trovato delle soluzioni valide. Alcuni degli aggiornamenti che abbiamo portato qui a Jerez sono stati positivi, ma ci sono delle curve in cui faccio ancora troppa fatica a far girare la moto e perdo qualche decimo".

Ha di che lamentarsi invece Valentino Rossi. "E' stata abbastanza difficile - spiega il Dottore -. Stamattina con il fresco non andavo male e il turno è stato buono. Poi nel pomeriggio le temperature si sono alzate e abbiamo sofferto un po' di più (...). Il bilanciamento della moto non è fantastico, dobbiamo migliorare e soffriamo tanto con le gomme". Attualmente fuori dal Q2 le Aprilia di Redding e Espargaro, che hanno dovuto affrontare mancanza di grip e problemi di trazione.