Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
13 lug 2022

Motogp, Honda in crisi, Puig: "Dobbiamo cambiare modo di pensare"

Il responsabile Honda Repsol ammette le difficoltà nel 2022, per il prossimo anno prevista una rivoluzione come piloti e un differente modo di pensare

13 lug 2022
Honda in crisi nel 2022
Honda in crisi nel 2022
Honda in crisi nel 2022
Honda in crisi nel 2022

Bologna, 13 luglio 2022 - E' crisi Honda in questo 2022 di Moto gp. Basta leggere le classifiche per avere un quadro chiaro della difficile situazione del marchio giapponese, fermo a 85 punti nel mondiale costruttori e con ancora Marc Marquez miglior pilota in classifica nonostante sia fermo da diverse gare. In stagione solo un podio conquistato in Qatar e da allora il miglior piazzamento è stato un quarto posto di Marquez in Spagna.

Crisi tecnica: "Dobbiamo cambiare"


Crisi tecnica per Honda che ha perso la via dello sviluppo, cercando maggior grip al posteriore ma andando a sacrificare l'anteriore, scrive Motorsport.com, una situazione che non ha più permesso ai tecnici di trovare il bandolo della matassa. Serve una inversione di tendenza netta e il responsabile Alberto Puig lo conferma in vista della stagione 2023: "Non siamo abbastanza competitivi - le sue parole - Dobbiamo migliorare e ci stiamo provando. Noi della Honda non ci arrendiamo mai e torneremo al vertice, ma probabilmente dovremo cambiare il nostro modo di pensare non mollando la ricerca". La prima rivoluzione arriverà con i piloti Honda 2023. Usciranno infatti Pol Espargaro, Alex Marquez e Taka Nakagami per fare posto e tre nuovi innesti. In Honda ufficiale Joan Mir è destinato alla moto ora affidata a Pol Espargaro, Alex Rins invece approderà in Honda LCR mentre al posto di Nakagami potrebbe arrivare Ai Ogura dalla Moto 2.

Leggi anche - Stoner: "Bagnaia, troppi errori"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?