(ANSA) - ROMA, 11 NOV - Non ha usato mezzi termini, Leo Messi, per commentare la condizione sua e della Nazionale argentina dopo il 3-0 rimediato in Brasile, che mette seriamente a rischio la qualificazione ai Mondiali: "Dobbiamo cambiare questa situazione di m...", è stata l'autocritica del fuoriclasse a cui, dai commentatori, viene riconosciuto di non poter essere, da solo, il salvatore della patria, in una squadra che, anche ieri, ha mostrato grossi limiti di gioco. "Dobbiamo cambiare nella testa - l'analisi di Messi - Perché quando non si sta bene a livello mentale, le gambe non girano. Non possiamo cambiare quel che ormai è stato, ma dobbiamo migliorare molto, cercando di non perdere punti soprattutto in casa". Martedì l'Argentina ospiterà la Colombia e Messi ha lanciato un appello: "Il pubblico sia paziente. A Cordoba (un mese fa, quando il Paraguay s'impose per 1-0, ndr), ci fischiarono e questo non aiuta. Sappiamo che i tifosi sono arrabbiati, ma solo restando uniti potremo venirne fuori: tutti noi vogliamo vincere".