La Mercedes di Vandoorne e il Colosseo Quadrato a fare da sfondo a una pista unica
La Mercedes di Vandoorne e il Colosseo Quadrato a fare da sfondo a una pista unica
di Leo Turrini Roma saluta le monoposto elettriche applaudendo la rivincita (dopo la delusione del sabato) del brand Mercedes, portato al successo sulle strade dell’Eur dal belga Vandoorne. Ma la suggestione arriva da fuori pista. Il Tridente. Alejandro Agag, lo spagnolo che ha letteralmente inventato la Formula E, ha approfittato dell’evento capitolino per lanciare un amo... all’Italia. "Per noi la terra dei motori rappresenta qualcosa di fondamentale – ha spiegato il manager iberico –. Non...

di Leo Turrini

Roma saluta le monoposto elettriche applaudendo la rivincita (dopo la delusione del sabato) del brand Mercedes, portato al successo sulle strade dell’Eur dal belga Vandoorne. Ma la suggestione arriva da fuori pista.

Il Tridente. Alejandro Agag, lo spagnolo che ha letteralmente inventato la Formula E, ha approfittato dell’evento capitolino per lanciare un amo... all’Italia.

"Per noi la terra dei motori rappresenta qualcosa di fondamentale – ha spiegato il manager iberico –. Non nascondo che come organizzatori di questo campionato del mondo da tempo stiamo parlando con costruttori italiani. Le trattative non sono ancora andate in porto ma io sono ottimista. In Formula E sono coinvolte case automobilistiche francesi, tedesche, cinesi, indiane, giapponesi. L’Italia è il tassello mancante..."

Il marchio del Bel Paese che potrebbe aggiungersi allo show elettrico ha un nome: Maserati. Era una vecchia idea di Sergio Marchionne, quando era l’amministratore delegato di Fiat Chrysler. Adesso, dopo l’operazione che ha fuso Fca e Peugeot, sotto l’etichetta Stellantis, l’ipotesi riacquista una sua credibilità. I manager francesi della conglomerata puntano forte sulla mobilità eco compatibile. E la Maserati sta preparando modelli da strada che privilegiano l’elettrificazione come soluzione per il futuro. Da qui al coinvolgimento del glorioso Tridente nel mondiale riservato alle monoposto a batteria, il passo potrebbe essere breve. Staremo a vedere.

La gara. Ieri all’Eur è successo un po’ di tutto ma stavolta la Mercedes ha gestito meglio la situazione. Vandoorne è stato anche aiutato dalla buona sorte e ha portato a casa un successo che lo rilancia per la corsa al titolo. Secondo si è piazzato Sims con la Mahindra e terzo l’ex collaudatore della Ferrari Wehrlein con la Porsche.

La Formula E tornerà in pista fra due settimane a Valencia. E non è un modo di dire: per la prima volta nella loro storia, le monoposto elettriche gareggeranno su un circuito non cittadino ma tradizionale.

Ordine di arrivo gara-2 E-Prix di Roma: 1. Vandoorne (Mercedes) 46:52.603; 2. Sims (Mahindra)+0.666; 3. Wehrlein (Porsche) +2.346; 4. Mortara (Venturi) +5.018. 5. Günther (Bmw Andretti) +5.305.

Classifica piloti: 1. Bird (Jaguar) 43 punti; 2. Evans (Jaguar) 39; 3. Frijns (Envision Virgin) 34; 4. Vandoorne (Mercedes) 33; 5. De Vries (Mercedes) 32; 6. PaWehrlein (Porsche) 32.

Classifica costruttori: 1. Jaguar 82 punti; 2. Mercedes 65; 3. Ds Techeetah 46; 4. Envision Virgin 37; 5. Porsche 32.