Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 mag 2022

L’ultima uscita della Solo: "In clinica per disintossicarmi"

1 mag 2022
Hope Solo, 40 anni, ex portiere Usa
Hope Solo, 40 anni, ex portiere Usa
Hope Solo, 40 anni, ex portiere Usa
Hope Solo, 40 anni, ex portiere Usa
Hope Solo, 40 anni, ex portiere Usa
Hope Solo, 40 anni, ex portiere Usa

Solo Speranza. Se leggi e traduci Hope Solo, ti viene fuori il destino in due parole. La speranza di essere qualcosa, una volta finita la polvere di stelle. E strisce. Perché Hope era il pluridecorato portiere della nazionale Usa femminile. E poi la solitudine. Quella strana sensazione di abbandono che ti morde quando smetti di giocare e quelli che ti chiedono i selfie sono sempre meno. I giornalisti non ti chiamano più. E quanto ti manca il ruggito negli stadi. E allora succede che quella bottiglia lassù sulla credenza, possa sembrarti amica. La migliore.

La chiamano ’sindrome della visione a tunnel’. L’atleta passa un pezzo di vita ad allenarsi, pianificare il successo, inseguire risultati. Poi più nulla. C’è chi si sente liberato. Chi dichiara come Michael Phelps, colpito dalla depressione: "Sono estremamente grato di non essermi tolto la vita" e chi come Hope Solo non ce la fa. Lei che oggi ha 40 anni e ne ha vinte di cose con gli Usa in una ’militanza’ lunga 202 partite: due ori olimpici, a Pechino 2008 e Londra 2012 e un titolo mondiale, nel 2015. Però poi quando tutto finisce quella maledetta bottiglia diventa l’unica alternativa. Fino a quando non ti ferma la polizia, ubriaca, con i tuoi figli in auto - due gemelli - nati dalla relazione con l’ex giocatore di football americano Jerramy Stevens. E tu resisti, ti ribelli, finisci in carcere e a processo, perché si sa che in America la polizia non scherza. E’ quel che è successo a Hope a fine marzo. E allora eccola la nuova sfida: "Mi sottoporrò volontariamente ad un programma di disintossicazione dall’alcol. E vincerò questa sfida". Si dice che gli atleti professionisti muoiano due volte, la prima quando smettono. E allora speriamo che possano anche rinascere due volte. E’ la nostra Speranza per Hope.

Paolo Franci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?