Romelo Lukaku durante la love story con l'Inter
Romelo Lukaku durante la love story con l'Inter
Mentre da Londra Romelu Lukaku lancia messaggi d’amore ai tifosi tramite Sky ("Non mi è piaciuto come sono andato via, spero di tornare un giorno, ma non a fine carriera: per vincere ancora", ha detto), l’arrivo a Milano di Steven Zhang, atteso nella prima metà di gennaio, servirà anche per definire al meglio le strategie di mercato dell’Inter, invernali ed estive. La squadra va eventualmente puntellata, ma non sono previsti investimenti per titolari, nella finestra che...

Mentre da Londra Romelu Lukaku lancia messaggi d’amore ai tifosi tramite Sky ("Non mi è piaciuto come sono andato via, spero di tornare un giorno, ma non a fine carriera: per vincere ancora", ha detto), l’arrivo a Milano di Steven Zhang, atteso nella prima metà di gennaio, servirà anche per definire al meglio le strategie di mercato dell’Inter, invernali ed estive. La squadra va eventualmente puntellata, ma non sono previsti investimenti per titolari, nella finestra che sta per aprirsi. Vecino e Kolarov potrebbero lasciare, andrà sicuramente via in prestito il giovane Satriano, che non verrà sostituito (è la quinta punta), gli altri due sì.

Il preferito per la mediana è Nahitan Nandez. In estate Inter e Cagliari erano arrivati a un’intesa di massima sulla valutazione e si erano concentrati sul lavoro per la formula: un prestito a 2 milioni di euro con un diritto o obbligo di riscatto per arrivare a un totale di 26. Nulla di fatto a causa del grave infortunio a Rog, ma con l’attuale situazione di classifica dei sardi i discorsi potrebbero riprendere. C’è l’ipotesi di un prestito anche per l’esterno sinistro da aggiungere alla rosa. I nomi sono quelli di Fares e Digne, agirebbero da vice-Perisic mentre Dimarco diverrebbe stabilmente un’opzione per la difesa.

Per quanto riguarda giugno, invece, Marotta e Ausilio sono da tempo al lavoro sui parametri zero, quelli che rischiano di partire e quelli che potrebbero arrivare. Il prossimo incontro con l’entourage di Brozovic dovrebbe essere quello decisivo per firmare il prolungamento da 6 milioni di euro l’anno. A inizio febbraio ci si metterà invece attorno a un tavolo con l’altro croato in rosa, Ivan Perisic, nel tentativo di capire se saranno arrivate al giocatore offerte migliori di quella dei nerazzurri (3,5 milioni per due anni, l’esterno gradirebbe un triennale).

L’alternativa è l’acquisto di Kostic, serbo dell’Eintracht Francoforte che non rinnoverà il contratto in scadenza nel 2023 e ha da poco assunto l’italiano Lucci come procuratore. Il suo cartellino vale almeno una decina di milioni. Prenotato Onana tra i pali, sempre a costo zero per giugno, in attacco si cercherà una soluzione di prospettiva al posto di Sanchez. Col risparmio sul pesante ingaggio del cileno (7 milioni netti) l’idea è prendere uno tra Scamacca e Raspadori, a meno che una cessione eccellente non consenta di lanciarsi sul sogno Vlahovic.