di Alessandro Gallo Come si comporterà la Nazionale italiana di calcio? Il rebus impazza e divide il paese tra pro e contro. Tutto lascia presagire – il Belgio di Lukaku lo farà – che anche gli azzurri si comporteranno di conseguenza. Nel dubbio, nel frattempo, gli azzurri dei canestri, impegnati a Belgrado per il torneo preolimpico, giocano d’anticipo. L’avversario è Portorico – confronto terminato con una sofferta vittoria – e,...

di Alessandro Gallo

Come si comporterà la Nazionale italiana di calcio? Il rebus impazza e divide il paese tra pro e contro. Tutto lascia presagire – il Belgio di Lukaku lo farà – che anche gli azzurri si comporteranno di conseguenza. Nel dubbio, nel frattempo, gli azzurri dei canestri, impegnati a Belgrado per il torneo preolimpico, giocano d’anticipo.

L’avversario è Portorico – confronto terminato con una sofferta vittoria – e, prima della palla a due, non c’è bisogno di conciliaboli, occhiate verso l’altra panchina, dubbi o perplessità.

Gli azzurri di Meo Sacchetti sono tutti in ginocchio, come i loro avversari. La spiegazione arriva grazie al profilo twitter della federazione: "Gli Azzurri hanno scelto di inginocchiarsi, prima dell’inizio di ogni gara al preolimpico, in sostegno al movimento Black Lives Matter contro il razzismo". Il gesto, insomma, sarà ripetuto, senza bisogno di ulteriori dibattiti.

Tutto questo mentre l’Aic, l’associazione dei calciatori, denuncia una campagna contro i propri associati.

"L’Associazione Italiana Calciatori – si legge – stigmatizza senza alcuna riserva la campagna diffamatoria e strumentale svolta nei confronti dei giocatori della Nazionale. Tutti gli azzurri hanno prestato il loro volto e la loro immagine, rendendosi diretti protagonisti nelle numerose iniziative contro ogni forma di razzismo e discriminazione che da anni stiamo portando avanti insieme a decine di organizzazioni e associazioni impegnate sul tema. Rifiutiamo da sempre e rifiuteremo per sempre ogni forma di discriminazione. Crediamo però che la lotta al razzismo non possa diventare oggetto di una contesa politica né di strumentalizzazioni come quelle che hanno seguito la partita Italia-Galles".

La partita, infine, con l’Italia che precipita anche sul -17, 25-42, finisce con gli azzurri che si impongono 90-83 (18-24; 37-44; 64-58 i parziali).

Il tabellino dell’Italia: Spissu 3, Mannion 21, Tonut 9, Melli, Fontecchio 21, Tessitori 4, Ricci 6, Abass 2, Moraschini ne, Vitali 3, Polonara 21, Pajola. Domani la semifinale con la Repubblica Dominicana, che ha battuto le Filippine 94-67.

Nell’altra semifinale Serbia-Portorico, domenica la finale che vale il biglietto per Tokyo.