Flavia Pennetta, 39 anni
Flavia Pennetta, 39 anni
Sinner saluta Indian Wells e forse le Atp Finals, Nadal che si prende il tempo per recuperare bene dall’infortunio e Flavia Pennetta che potrebbe essere la prima tennista italiana ad entrare nella Hall of Fame. Partiamo dalla pugliese, che è tra le candidate a raccogliere più voti (dal 15 al 31 ottobre sul sito vote.tennisfame.com): "È un grande onore essere...

Sinner saluta Indian Wells e forse le Atp Finals, Nadal che si prende il tempo per recuperare bene dall’infortunio e Flavia Pennetta che potrebbe essere la prima tennista italiana ad entrare nella Hall of Fame. Partiamo dalla pugliese, che è tra le candidate a raccogliere più voti (dal 15 al 31 ottobre sul sito vote.tennisfame.com): "È un grande onore essere candidata a entrare nella Hall of Fame – ha detto ieri la Pennetta –. Adoravo competere e vedere la mia carriera riconosciuta in questo modo tra i più grandi di tutti i tempi in questo sport è incredibile. Sono onorata di essere la prima donna italiana a ricevere questa nomination e grata di tutto il supporto che ho ricevuto dall’Italia durante la mia carriera".

Nella Hall of Fame gli unici italiani sono Nicola Pietrangeli e Gianni Clerici. Rivali della Pennetta sono Ana Ivanovic, Carlos Moya, Juan Carlos Ferrero, le ex numero 1 di doppio Cara Black e Lisa Raymond.

Intanto Nadal ha annunciato: "Non so quando tornerò a giocare ma voglio recuperare dall’infortunio al massimo della condizione. Lavoro molto ogni giorno e seguo un piano preciso con una tabella di marcia con obiettivi molto chiari", a proposito dell’infortunio al piede sinistro, che gli ha fatto perdere Wimbledon, Olimpiadi e US Open.

Dagli Usa torna senza sorriso anche Jannik Sinner, sconfitto dall’americano Taylor Fritz che aveva eliminato anche Matteo Berrettini: Sinner è uscito agli ottavi, 6-4, 6-3 in un’ora e 40’ di gioco. Sinner resta in corsa per le Finals di Torino, al momento sarebbe riserva. Diventa decisivo il Masters di Bercy: "Potevo vincere anche io, ma in campo non avevo buone sensazioni. Non mi sentivo bene sulla palla, era come se non riuscissi a muovermi bene. Ho provato a lottare fino alla fine, cose che normalmente faccio non mi sono riuscite", ha spiegato Sinner dopo la sconfitta.