Erano 60 anni che la Juve non partiva così male, erano 60 anni che i bianconeri non vedevano lo zero alla voce vittorie in campionato dopo 4 partite. Una situazione non nuova alla storia zebrata, ma quanto mai lontana nella memoria e distante dal dominio degli ultimi anni.

Nel 1961-62 infatti, l’avvio juventino fu identico a quello di Allegri oggi: 2 pareggi e 2 sconfitte in 4 match di Serie A, in quella che fu una delle peggiori stagioni della storia bianconera. Un’annata amara dove la Juve restò sempre sull’orlo della retrocessione, racimolando appena un dodicesimo posto a fine anno.

La stagione 61-62 non è però l’unico disastroso avvio passato della Juventus. Anche nel 1955-56 e nel 1942-43 i piemontesi non risucirono a sbloccare la casella delle vittorie nelle prime quattro di Serie A, con il digiuno di vittorie che nel ‘55 durò fino alla setttima di campionato.

Intanto dopo la sfuriata di Allegri alla fine della partita pareggiata contro il Milan, ieri sia Dybala che Chiesa hanno postato messaggi per i tifosi. "Continueremo a lottare per la maglia, per i tifosi, per la Juventus: i risultati arriveranno", ha scritto Chiesa, mentre la Joya ha promesso: "Nei momenti difficili non c’è altro da fare che stare insieme e fare squadra: lo abbiamo fatto in passato e possiamo farlo di nuovo adesso, sempre fino alla fine".