Rodriguez sul podio ad Adria
Rodriguez sul podio ad Adria

Bologna, 10 maggio 2016 -  Terzo un mese fa a Misano, Ian Rodriguez fa subito uno step importante e conquista il primo posto fra gli esordienti nella gara di Adria (Rovigo), seconda tappa del campionato Fia di Formula 4. 

Un weekend da leoni per il 15enne pilota della scuderia DRZbenelli, che già nelle prove del sabato ha fatto registrare il secondo posto nella sua sessione in 1’15’’165 (ad appena 22 millesimi dal venezuelano Mauricio Baiz) e il quinto posto assoluto nella griglia di partenza della domenica (primo fra i rookies). Il regolamento prevede che al termine delle qualificazioni i piloti siano suddivisi in tre gruppi: A, B e C. Fra sabato e domenica si sono corse dunque quattro gare: A contro B; B contro C; A contro C e in chiusura la gara finale, alla quale hanno avuto accesso i primi 32 della classifica generale.

Assegnato dopo le qualifiche al gruppo A, il guatemalteco ha colto il quinto posto in gara 2 (primo dei rookies), compiendo i 21 giri previsti in 26’42’’860 (a 11’’058 dal vincitore, il messicano Raul Guzman), mentre in gara 3 si è piazzato quinto (terzo fra gli esordienti) in 27’16’’377 (a 6’’389 dall’argentino Marcos Siebert, primo classificato).

Ottimi tempi, quelli di Rodriguez, che gli hanno consentito l’accesso alla gara finale, concluso con il 14° posto in 26’19’'916, a 38’’311 da Mauricio Baiz. Nonostante sperasse in qualcosa di più per la finale, Rodriguez è comunque soddisfatto del weekend: «Sono molto contento per gara 2 e gara 3 - afferma il portacolori della DRZbenelli - ho fatto dei grossi passi in avanti rispetto all’esordio di Misano e posso dire che non mi manca poi troppo dai primi. Peccato per la finale, il caldo ha messo un po’ in difficoltà la vettura, ma nel complesso non posso lamentarmi per come sono andate le cose».

Pollice su anche per i proprietari della scuderia, Stefano Da Riz e Francesco Benelli: «Ian cresce gara dopo gara, dimostrando di poter competere fra i migliori. Purtroppo in finale forse ha spinto un po’ troppo in avvio e una delle gomme ne ha risentito, condizionando il resto della corsa: anche stavolta ci resta il rammarico di non essere entrati fra i primi dieci, risultato che era senz’altro alla portata, ma proveremo a centrare l’obiettivo fra tre settimane a Imola».

Già ieri Rodriguez e la sua “Magda” (una Formula 4 Tatuus T014 con motore Abarth 414 TF 1400 cc Turbo) erano sul circuito imolese per i primi test in vista del terzo appuntamento del campionato, in calendario per il 29 maggio.