Austin (Stati Uniti) Tensione alle stelle tra Hamilton e Verstappen. Scena da Far West in avvio della seconda sessione di prove libere in Texas: il campione in carica ha quasi buttato fuori pista l’olandese, che via radio gli ha dato dell’idiota. Se il buon giorno si vede dal mattino… E intanto alla vigilia del Gran Premio degli Usa, per la terza volta nelle ultime quattro gare, Bottas...

Austin (Stati Uniti)

Tensione alle stelle tra Hamilton e Verstappen. Scena da Far West in avvio della seconda sessione di prove libere in Texas: il campione in carica ha quasi buttato fuori pista l’olandese, che via radio gli ha dato dell’idiota. Se il buon giorno si vede dal mattino…

E intanto alla vigilia del Gran Premio degli Usa, per la terza volta nelle ultime quattro gare, Bottas cambia il motore! Stavolta il maggiordomo Mercedes rimedierà una sanzione “morbida” (cinque posizioni in meno sulla griglia di partenza, mentre Vettel con l’Aston Martin e Russell con la Williams scatteranno dal fondo) ma gli interrogativi si moltiplicano. Possibile che si scassi sempre qualcosa sulla sua monoposto? Oppure, ancora, la Mercedes è terrorizzata dalla fragilità del propulsore ibrido? Una risposta certa non c’è. Di sicuro siamo in presenza di una situazione insolita, che fatalmente si presta ad interpretazioni contraddittorie.

I DOSSI. Ad Austin la pole position verrà assegnata stasera (dalle 23 in poi, diretta Sky). La pista texana è bellissima, una delle più affascinanti del mondiale: ma un po’ tutti i piloti si stanno lamentando dei dossi sull’asfalto. Già in passato avevano protestato gli assi della MotoGP.

D’altronde, siamo nell’America del rodeo…

L’INDIZIO. Nella prima sessione delle prove libere proprio Bottas ha dato spettacolo, precedendo Hamilton e Verstappen.

L’impressione è che Mercedes abbia acquisito un vantaggio sulla Red Bull, un margine dovuto proprio agli sviluppi della power unit.

LA FERRARI. Incoraggiante l’avvio del Cavallino. Nella prima ora di prove Carlitos Sainz e Carletto Leclerc hanno occupato rispettivamente la quarta e L quinta posizione. L’obiettivo della Rossa è sempre quello: strappare alla McLaren il terzo posto nella classifica riservata ai costruttori. Naturalmente i tifosi si aspettano ben altro, ma conquistare il podio sarebbe un tassello prezioso nel mosaico che un giorno dovrà pure comporsi nel nome della vittoria…

l. t.