Non è Pippo Ganna a vincere, ma la crono conclusiva del giro di Romandia un segnale al Giro d’Italia lo manda: sabato a Torino sarà il caso di tener d’occhio Remi Cavagna, francese con avi italici, che sui 16 chilometri di Friburgo mette in fila lo svizzero Bisseger e il gallese Geraint Thomas, al quale va il successo finale. Ganna è decimo, a 37’’ dal vincitore, preceduto da Masnada, alla fine terzo, e da Cattaneo: per il missile iridato di Verbania non è allarme, ma la conseguenza di cinque giorni di intenso lavoro per i compagni. Di qui al Giro c’è il tempo per recuperare brillantezza e poter puntare alla prima maglia rosa.

Al giro delle Asturie, successo finale di Nairo Quintana, che controlla i rivali nell’ultima frazione, vinta dal francese Pierre Latour. Bene Lorenzo Fortunato, 7° di tappa e miglior italiano in classifica (13°): il bolognese dovrebbe essersi guadagnato il posto nella Eolo Kometa che debutterà sulle strade rosa.