Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 mar 2022

Formula 1, Mazepin licenziato dalla Haas

Il pilota classe '99 paga la posizione del padre, amico di Putin: "Sono molto deluso"

5 mar 2022
francesco bocchini
Sport
Nikita Mazepin
Nikita Mazepin
Nikita Mazepin
Nikita Mazepin

 

Milano, 5 marzo 2022 - La notizia di certo non sorprende in quanto era ampiamente nell'aria, ma fa pensare. Perché Nikita Mazepin di colpe reali in questa situazione non ne ha alcuna. Eppure da un giorno all'altro si ritrova senza più una monoposto di Formula 1. La Haas ha infatti deciso di separarsi dallo sponsor Uralkali, azienda del settore chimico che fa capo a Dmitry Mazepin, magnate, amico di Putin e padre di Nikita, e di conseguenza dal pilota stesso. Già negli scorsi giorni, la scuderia statunitense aveva deciso di eliminare logo e nome dell'impresa su monoposto e divise nel test di Barcellona. “La Haas ha scelto di terminare con effetto immediato la collaborazione con Uralkali e il contratto con il pilota Nikita Mazepin. Così come il resto della comunità della Formula 1, il team è scioccato e rattristato dall’invasione dell’Ucraina e si augura una rapida e pacifica fine del conflitto“. 

La risposta di Nikita

 

Al posto di Mazepin potrebbe essere promosso l'attuale terzo pilota, Pietro Fittipaldi, ma occhio pure ad Antonio Giovinazzi, attualmente in Formula E. Nel frattempo, non si è fatto attendere il commento del russo dopo il licenziamento. "Sono molto deluso nel venire a conoscenza del fatto che il mio contratto di F1 è stato terminato. Mentre capisco le difficoltà, la sentenza della Fia più la mia continua disponibilità ad accettare le condizioni proposte al fine di continuare sono stati completamente ignorati. A coloro che hanno cercato di capire, il mio eterno grazie. Ho fatto tesoro del mio tempo in F1 e spero sinceramente che potremo rivederci in tempi migliori. Avrò altro da dire nel prossimi giorni". 

Leggi anche: MotoGp 2022, ecco il via dal Qatar: orari tv (Sky e Tv8) e circuito

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?