Sebastian Vettel in azione al Paul Ricard
Sebastian Vettel in azione al Paul Ricard

Le Castellet, 20 giugno 2019 – Il circus della Formula Uno torna in Europa dopo il discusso Gran Premio del Canada, e lo fa sul circuito Paul Ricard per l’ottavo appuntamento del campionato. Sarà un bel banco di prova per la Ferrari, che a Montreal ha dimostrato di potersela giocare davvero in pista contro una Mercedes che dopo i primi 6 weekend sembrava davvero irraggiungibile. Non sarà però d’accordo Lewis Hamilton, che da leader della classifica vorrà incrementare il gap sugli inseguitori Bottas e Vettel. Mina vagante, come sempre, sarà la Red Bull, che fino ad oggi ha conquistato solamente due podi con Verstappen

POSSIBILITA’ DI SORPASSO – Il rettilineo dei box del circuito Paul Ricard non è particolarmente lungo, ma si raggiunge comunque una velocità massima di 330 km/h grazie anche all’utilizzo dell’ala mobile. Si scala in quarta marcia per curva 1 e 2, un sinistra-destra che porta alla parte più lenta del tracciato. Curva 3 verso destra, rapido cambio di direzione verso sinistra per la 4 e di nuovo doppia curva verso destra, la 5 e la 6, da affrontare in seconda marcia. Si spalanca il gas in uscita e si affronta la 7 senza mai alzare il piede per il rettilineo più importante della pista, dove è possibile utilizzare il Drs per tentare il sorpasso. Frenata importante per la chicane della 8 e la 9, un sinistra-destra da affrontare in terza marcia, poi si accelera fino all’ottava marcia per affrontare in pieno curva 10 verso destra. Si scende in quarta marcia per la 11, ancora verso destra, e si affronta successivamente la 12, questa volta verso sinistra. Si entra nella parte finale del tracciato, con la 13 a tutta velocità verso destra prima di un rapido cambio di direzione verso sinistra, curva 14, importantissima perché permette già di impostare la macchina per la staccata dell’ultima curva, la 15, verso destra, da affrontare in seconda marcia. Si spalanca quindi il gas in uscita per tornare sul traguardo. 

PRECEDENTI – Il primo Gp della Francia valido per il Campionato del Mondo di F1 risale al 1950, quando trionfò l’Alfa Romeo di Juan Manuel Fangio sul tracciato di Reims. Nella scorsa stagione, quando si tornò a correre in Francia dopo nove anni di inattività, fu la Mercedes di Lewis Hamilton a tagliare il traguardo per prima. L’ultimo successo della Ferrari risale al 2007, quando vinse Kimi Raikkonen, ma allora si gareggiava sulla pista di Magny-Cours, mentre l’ultimo appuntamento al Paul Ricard, senza tener conto di quello della scorsa stagione, è datato 1990, dove fu la Ferrari di Alain Prost a vincere. L’albo d’oro racconta di un Michael Schumacher re di Francia, con 8 vittorie all’attivo, mentre tra i piloti in attività solo Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen vantano un successo. 17 trionfi, invece, per la Ferrari, che guida l’albo costruttori davanti alla Williams, ferma a 8 successi. 

ORARI TV

SKY

VENERDI’ 21 GIUGNO

Ore 11: Prove libere 1 F1
Ore 15: Prove libere 2 F1


SABATO 22 GIUGNO

Ore 12: Prove libere 3 F1
Ore 15: Qualifiche F1


DOMENICA 23 GIUGNO

Ore 15.10: Gara F1

TV 8 

SABATO 22 GIUGNO 

Ore 18 Qualifiche (differita) 

DOMENICA 23 GIUGNO 

Ore 18 Gara (differita)