Dejan Kulusevski festeggia il gol (Ansa)
Dejan Kulusevski festeggia il gol (Ansa)

Milano, 20 dicembre 2019 - Un’accelerata, come quelle che nelle ultime settimane hanno lasciato a bocca aperta gli scout provenienti da mezza Europa. Dejan Kulusevski si sta prendendo la scena e a questo punto la priorità degli uomini mercato interessati al diciannovenne svedese è diventata quella di anticipare la concorrenza. Ci sta provando l’Inter, complici gli ottimi rapporti tra le due proprietà. Dopo i frequenti contatti passati, i dirigenti delle due squadre hanno deciso di imbastire una prima bozza di trattativa in vista di un possibile trasferimento a giugno. Ai nerazzurri, in realtà, un rinforzo a centrocampo servirebbe a gennaio, ma lo svedese è in prestito al Parma e i ducali hanno ribadito a più riprese di non volersi privare di quello che è un titolare inamovibile per D’Aversa. Hanno il favore del ragazzo, in questa decisione: è stato Kulusevski a sottolineare la volontà di arrivare a fine percorso prima di intraprendere una nuova avventura.

Non è impossibile che cambi idea, ma è improbabile che lo faccia il Parma. Nel frattempo, però, il valore dato dall’Atalanta al cartellino del calciatore è già arrivato a 35 milioni (compresa eventuale contropartita tecnica come Politano), motivo per cui l’Inter vorrebbe chiudere ora l’accordo per poi accogliere il nuovo arrivato in estate. Una mossa in anticipo che non interferirebbe con la possibilità di regalare a Conte un altro giocatore a gennaio, sempre nella stessa zona. C’è un solo nome nella testa del tecnico, Arturo Vidal, in rotta di collisione con il Barcellona. L’agente Felicevich è atteso a colloquio con i blaugrana per capire se ci sono margini per un prestito, perché Marotta non è intenzionato a spendere cifre importanti per un giocatore che va per i 33 anni e ha un ingaggio da 9 milioni annui.

Sempre con il Barcellona sta ragionando da tempo il Milan per provare ad acquistare Jean-Claire Todibo, 19 anni, visto al Meazza contro i "cugini" nerazzurri nell’ultima gara di Champions League. I discorsi sono avviati e il Milan, complice il grave infortunio di Duarte, un difensore centrale lo prenderà quasi sicuramente. Così come un attaccante, non per necessità numeriche ma per mancanza di gol. Piatek non ha confermato quanto di buono fatto vedere lo scorso anno tra Genova e Milano.

Il sogno Ibrahimovic è sempre in piedi, ma la pazienza di Boban e Maldini è vicina al termine: se in questi giorni non arriveranno segnali da parte dello svedese, il mirino si sposterà altrove. Un sondaggio è stato già fatto con il Salisburgo per il giovane Erling Braut Haaland. Il norvegese (valutato 30 milioni) nel mirino di Manchester United, Chelsea, Borussia Dortmund, Lipsia e Nizza, piace anche alla Juventus. L’asta è solo agli inizi.