Esultanza Hellas Verona
Esultanza Hellas Verona

Verona, 12 gennaio 2020 - L’Hellas Verona mette le ali in classifica. Gli uomini di Juric, in rimonta, hanno la meglio 2-1 del Genoa e volano all’ottavo posto in classifica a meno quattro dalla zona Europa League. Da ricordare che gli scaligeri hanno da recuperare il match con la Lazio. Sanabria, all’alba del primo tempo porta avanti gli ospiti, mentre Verre, dal dischetto, e Zaccagni firmano la rimonta gialloblù. Al contrario, passo indietro per gli uomini di Nicola dopo il successo di settimana scorsa sul Sassuolo.


Cronaca. Un guizzo di Sanabria, nel finale, consente al Genoa di chiudere in vantaggio il primo tempo. Al 5’ gli ospiti provano subito a sorprendere la difesa scaligera, ma Sanabria, disturbato da Kumbulla, calcia debolmente verso Silvestri, che blocca senza patemi. Trascorrono 11’ e l’Hellas Verona si rende pericoloso con Lazovic, ex di turno, ma Perin è attento e chiude lo specchio. Altri dodici giri d’orologio e il numero 1 del Genoa è superlativo sulla sforbiciata di Pessina. Successivamente, al 34’, gli uomini di Juric sbattono ancora sui guantoni dell’estremo difensore ospite: l’ex Juventus è abile e blocca, in due tempi, il tentativo di testa di Rrahmani. Nel finale, il Genoa, scampati i vari pericoli, passa a condurre: Barreca serve alla perfezione Sanabria, il numero 9 anticipa la scivolata di Gunter e di destro deposita la sfera alle spalle dell’incolpevole Silvestri.

Nel secondo tempo l’Hellas Verona, con le reti di Verre, su rigore, e Zaccagni, ribalta il risultato e porta a casa tre punti d’oro in ottica per l’Europa League (il sesto posta di quattro punti). Gli scaligeri, al 55’, rientrano in partita grazie al fallo da rigore di Romero su Zaccagni. Dal dischetto Verre è letale (conclusione centrale sotto la traversa) e buca l’incolpevole Perin. Sei minuti e gli uomini di Juric vanno vicini al raddoppio con Faraoni, ma il numero 5 indirizza male il colpo di testa e sciupa una grande occasione. L’appuntamento con il gol, e con la rimonta, per i padroni di casa è solo rimandato di 4’: sortita offensiva di Rrahmani e conclusione respinta da Perin, sulla ribattuta è lesto Zaccagni ad insaccare. Il match non regala ulteriori emozioni e i padroni di casa ottengono il secondo successo di fila, dopo il 2-0 di Ferrara con la Spal. Altresì, il Genoa incappa nella prima sconfitta della gestione Nicola e resta in piena zona retrocessione.

Tabellino

Hellas Verona-Genoa 2-1
41’ Sanabria (G), 55’ rig. Verre (HV), 65’ Zaccagni (HV)

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Pessina, Zaccagni (88’ Pazzini); Verre. Allenatore: Ivan Juric
 
Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Romero, Criscito; Ankersen, Cassata, Schone (52’ Behrami), Sturaro, Barreca; Pandev (59’ Favilli), Sanabria (75’ Agudelo). Allenatore: Davide Nicola

Ammoniti: Rrahmani, Amrabat, Verre (HV); Criscito, Schone, Pandev, Behrami, Cassata, Favilli (G)

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani