Paolo Nicolato (Ansa)
Paolo Nicolato (Ansa)

Roma, 8 ottobre 2021 - All'Italia Under-21 bastano le reti segnate nel primo tempo da Okoli e Vignato per risolvere la pratica Bosnia-Erzegovina: pratica che nella coda della ripresa si riapre grazie alla sventola di Barisic che regala ai padroni di casa un finale di speranza. In realtà il risultato non cambia più e così la Nazionale di Nicolato può guardare con ottimismo allo scontro diretto di martedì 12 ottobre con la Svezia che verosimilmente dirà tanto sulle sorti del Gruppo F.

Primo tempo

 L'Italia parte forte e impone subito il proprio dominio specialmente grazie ai piazzati: al 19' il vantaggio degli azzurrini nasce proprio così, con Tonali che dalla bandierina pennella un cross perfetto sulla testa di Okoli. Poco dopo la Nazionale di Nicolato potrebbe già raddoppiare con Lucca, che manca di un soffio l'impatto con la sfera su un cross dalla destra di Colombo. Lo 0-2 è comunque nell'aria e si concretizza al 27', ancora sugli sviluppi di un corner: a battere, stavolta dalla sinistra, è il solito Tonali, che arma il destro al volo sul secondo palo di Vignato. L'Italia inconsciamente si adagia e al 28' rischia grosso quando Turati scivola su un retropassaggio di Okoli: Masic prova ad approfittarne ma deve fare i conti con Lovato appostato sulla linea. L'ultima chance della prima frazione è creata da Colombo, che al 40' riceve da Ricci e calcia trovando però il muro della difesa di casa.

Secondo tempo

 Al 52' il solito Tonali pesca Bellanova, il cui destro viene deviato in corner da Cetkovic: al 61' la stessa sorte tocca a Rovella. Nicolato pesca dalla panchina e tra i volti nuovi c'è Piccoli, che al 69' si mette subito in mostra con un affondo sulla destra: il portiere di casa si salva con i piedi. Gli unici pericoli per gli azzurrini nascono dai rinvii non perfetti di Turati: al 72' prova ad approfittarne Kulasin, ma proprio il numero 1 ospite si riscatta e devia in angolo. Al 75' il suo collega bosniaco è altrettanto bravo sia su Colombo sia su Piccoli. Il gol è nell'aria e all'80' arriva per la gioia dei padroni di casa, che accorciano le distanze con Barisic, autore di un gran destro che si spegne sotto la traversa. La rete accende il finale ma, a parte una grande parata di Turati sulla sventola di Dedic, di fatto succede poco o nulla e l'Italia, seppur con qualche sofferenza di troppo, riesce a portare a casa l'intera posta in palio.

Leggi anche - Gravina: "Vorrei l'Europeo 2028 in Italia"