Samuel Umtiti (Ansa)
Samuel Umtiti (Ansa)

Napoli, 24 aprile 2020 - Il futuro di Kalidou Koulibaly sembra ormai altrove e così il Napoli è costretto a guardarsi attorno per cercare un difensore all'altezza: il prescelto nei sogni del quartier generale di Castel Volturno è Samuel Umtiti.

ARSENAL E CHELSEA ALLA FINESTRA - Nonostante un Mondiale disputato da protagonista (e da trionfatore), in blaugrana il francese non ha convinto, al punto da spingere il Barcellona ad anticipare il divorzio ben prima della deadline fissata dal contratto (2023). Oltre all'aria pesante tra le parti, a incoraggiare i tanti club alla finestra c'è il prezzo dell'operazione: per 35 milioni l'ex Lione può accasarsi altrove. Chissà che questo "altrove" non sia proprio Napoli, club che segue lo stopper da tempo, apprezzandone in particolare la capacità di potersi adattare sulla corsia mancina, vero e proprio tallone d'Achille degli azzurri. Inoltre, qualora la cessione ben più remunerativa di Koulibaly andasse in porto, la società di Aurelio De Laurentiis si ritroverebbe tanta liquidità da poter spendere subito, in una sessione di mercato che si preannuncia molto complicata a causa della pandemia e della conseguente crisi economica. Di questo fattore ne sono consapevoli Arsenal e Chelsea, che stanno provando a giocare d'anticipo allacciando contatti con l'entourage di Umtiti, che fino a qualche settimana fa appariva poco entusiasta all'idea di lasciare la Spagna. Una delle ragioni sembra risiedere nell'ingaggio percepito dal classe '93, che teme di non trovare un altro un club che gli garantisca uno stipendio da 5 milioni. La cifra non è folle per il Napoli, che però nell'assalto al francese potrebbe trovarsi di fronte a un aut aut del Barcellona: la trattativa potrebbe nascere solo con l'inserimento del sogno proibito Fabian Ruiz.

IPOTESI SCAMBIO? - De Laurentiis resta inamovibile al riguardo: l'ex Betis non si muoverà per meno di 80 milioni, non raggiungibili tramite contropartite tecniche. L'unica eccezione fino a qualche giorno fa, sempre per restare in tema blaugrana, pareva essere Ivan Rakitic, ritenuto il top player che sposterebbe gli equilibri. In seconda battuta, sempre sfogliando la rosa catalana, i partenopei hanno individuato in Umtiti il tassello ideale per sistemare una difesa che, salvo colpi di scena, perderà Koulibaly, da tempo in orbita Paris Saint-Germain. Sarà proprio la partenza del senegalese a innescare un clamoroso effetto domino che sposterà tanti milioni in una sessione che si preannuncia povera.