Il presidente dell'UEFA Ceferin (ANSA)
Il presidente dell'UEFA Ceferin (ANSA)

Nyon (Svizzera), 22 aprile 2020 – L’Uefa mantiene fede alla sua linea e punta, nel pieno rispetto dei protocolli igienico-sanitari dettati vari dai governi, a portare a termine tutti i campionati europei, le coppe e le gare delle nazionali previste nei prossimi mesi. Un concetto ribadito in una video conferenza con le 55 federazioni nazionali affiliate alla stessa Uefa, nella quale è stata ribadita la volontà di concludere i campionati senza stravolgere i format iniziali anche se non state escluse possibili variazioni (sono in fase di studio da parte di ben due gruppi di lavoro) – l'eventuale introduzione di playoff e playout sembra in questo senso l’ipotesi più accreditata –  che potrebbero essere utilizzate per garantire un "Piano B" e dovrebbero essere anticipate nel prossimo Comitato Esecutivo.

"Oggi, la Uefa ha parlato in videoconferenza con le 55 federazioni affiliate – si legge infatti in un comunicato diramato in tarda serata dal massimo organismo calcistico europeo – aggiornandole sulle alternative valutate dai due gruppi di lavoro istituiti a metà marzo. Sono state illustrate varie ipotesi di calendario per le competizioni per club e per nazionali. Nonostante le più vive raccomandazioni a concludere i campionati e le coppe nazionali, alcuni casi specifici saranno valutati appena saranno pronte le linee guida per la partecipazione alle competizioni europee in caso di annullamento di un campionato.Tutte le decisioni nei suddetti ambiti saranno annunciate giovedì dopo il meeting del Comitato Esecutivo UEFA".