Damiano Tommasi (Ansa)
Damiano Tommasi (Ansa)

Bologna, 6 aprile 2020 - Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori, è stato intervistato da Radio 2 e ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti sugli avvenimenti di questi mesi.

"Sulla stampa si parla della speranza di ritornare in campo al più presto", afferma Tommasi "ed è giusto, perchè l'informazione calcistica deve vivere giorno dopo giorno. La realtà però ci dice che non è chiaro se si riprenderà davvero a giocare. L'obiettivo primario è quello di concludere regolarmente la stagione, ma il rischio è quello di chiudere qui".

Il pensiero del presidente dell'AIC va alle serie minori: "Ci sono società che rischiano di non riuscire ad iscriversi al prossimo campionato e calciatori che rischiano il posto di lavoro".

Tommasi si concede anche ad un excursus sul proprio passato da giocatore: "Ai tempi della Roma decisi di ridurmi lo stipendio a causa di un grave infortunio. La scommessa fu vinta, poichè riuscii a tornare in campo. La partita che ricordo maggiormente è quella del mio rientro: segnai dopo un minuto, è stato il momento più emozionante della mia carriera".