La Roma saluta Tiago Pinto
La Roma saluta Tiago Pinto

Roma, 13 gennaio 2021- Il girono tanto atteso è finalmente arrivato: dopo aver terminato il periodo di quarantena, Tiago Pinto si è presentato per la prima volta ai suoi nuovi tifosi con una conferenza stampa. Il nuovo general manager giallorosso ha parlato degli obiettivi che intende raggiungere con la Roma e delle prime questioni di mercato.

Un progetto a lungo termine

Non ci saranno risultati immediati, ma tutta la società dovrà lavorare per far funzionare questo progetto negli anni a venire: è stato questo uno dei passaggi chiave del portoghese, l'uomo chiave con il quale i Friedkin potranno davvero puntare a vincere qualche trofeo. La pazienza e la costanza saranno le due armi chiave secondo Pinto: "In Italia tutti si sono resi conto dello sforzo fatto dai Friedkin. È un progetto a medio-lungo termine, non si può dire quando vinceremo ma l’ambizione è grande. Ogni giorno dobbiamo fare meglio del giorno prima. Mi aspetto un miglioramento quotidiano dei giocatori, dobbiamo migliorare le prestazioni partita dopo partita. Solo così i titoli arriveranno". Il nuovo arrivato poi spiega nel dettaglio il ruolo che ricoprirà alla Roma: "Il mio ruolo è quello di general manager di tutta l’area sportiva e, molto importante, arrivo qui per lavorare con le persone che già ci sono. La mia prima missione è conoscere questi collaboratori per capire i processi e dare il mio contributo, altrimenti la mia presenza qui non avrebbe molto senso. Mi occuperò della gestione dell’area sportiva, di concerto con Dan e Ryan. Ritengo che attualmente sia importantissimo avere un dipartimento scouting molto forte e molto solido. Sono cambiate molte cose, anche a livello di analisi dei calciatori. È fondamentale che ci sia uno scouting forte. Non significa che già non lo siano, ma che è importante che sia uno scouting della Roma. Servono risorse per avere una banca dati migliore possibile per prendere le decisioni migliori possibile".

Questioni di mercato

Tiago Pinto ha già parlato con il suo connazionale Fonseca per capire quali saranno le prime mosse da compiere, come ad esempio il rinnovo di Pellegrini: "Col mister non abbiamo il problema della lingua...stiamo lavorando di squadra, tutti insieme, è un progetto a medio-lungo termine ma stiamo lavorando per trovare le soluzioni migliori per la Roma. Stiamo lavorando tutti i giorni per rendere questa squadra più competitiva. Su Pellegrini non c’è alcun dubbio, sono una persona trasparente, lui incarna il nostro progetto. E’ giovane, ha talento ed è profondamente legato alla Roma. Presto faremo il possibile per rinnovare il suo contratto". C'è tanta curiosità anche su come si comporterà la Roma in questo mercato di gennaio, ma in questo caso Pinto resta sul vago: "Ancora una volta, siamo molto attenti sul mercato, lavoriamo intensamente tutti i giorni, c’è anche un lavoro invisibile che permetterà operazioni a medio-lungo termine. Non so dire quante operazioni faremo, quello che posso dire è che stiamo lavorando per poter realizzare le operazioni migliori. Aggiungo una promessa, corro questo rischio: da qui alla fine del mercato sarò disponibile a rispondere a tutte le vostre domande su quanto sia stato fatto e non fatto".

Leggi anche - Lazio, fatta per Kamenovic