Leonardo Semplici (Ansa)
Leonardo Semplici (Ansa)

Genova, 7 marzo 2021 - La Sampdoria ospita allo Stadio Marassi di Genova il Cagliari, nel posticipo delle ore 18 della 26esima giornata di Serie A. I sardi passano in vantaggio con Joao Pedro all'11', poi trascorrono il match quasi esclusivamente a difendersi dalle iniziative avversarie. I blucerchiati recuperano il risultato e lo ribaltano nell'arco di due minuti, tra il 78' e l'80': Bereszynski pareggia e Gabbiadini completa il lavoro. Il pareggio arriva in zona Cesarini e a firmarlo è Nainggolan con un destro stratosferico dalla lunga distanza. La gara termina così sul 2-2.

Primo tempo

Ranieri schiera il suo classico 4-4-2 con Quagliarella e Keita in avanti. Dall'altra parte Semplici sceglie il 4-3-1-2 con Nainggolan a supporto di Joao Pedro e Pavoletti. Il Cagliari parte fortissimo e si porta in vantaggio all'11'. Joao Pedro ci prova dal cuore dell'area, Audero respinge ma non può nulla sul tap-in dello stesso brasiliano. La Sampdoria reagisce, macina gioco e cerca in ogni modo di sfondare la difesa dei sardi, che però reggono. Solo al 44' Jankto, imbeccato da una verticalizzazione alta, riesce a trovare spazio per una conclusione da posizione leggermente defilata che si spegne però in curva.

Secondo tempo

Pronti-via e Joao Pedro si rende pericolosissimo nell'area blucerchiata, ma la difesa riesce a respingere la sua conclusione a botta sicura. Da questo momento in poi è un assolo genovese, con gli uomini di Ranieri che controllano il gioco e cercano, come nel primo tempo, di scardinare le strette maglie difensive avversarie. Il primo vero tiro nello specchio però arriva solo al 61' ed è di Ramirez da fuori area; Cragno blocca centralmente senza alcun problema. Il Cagliari si dà una scrollata e alza leggermente il baricentro. Nainggolan centra la porta al 63', Audero para in tuffo. Ramirez ci riprova al 67': palla alta di pochi centimetri. Al minuto 78 arriva il pareggio dal protagonista meno atteso: Bereszynski. Il terzino destro si spinge in avanti, penetra in area e riceve il filtrante di Ramirez; il suo destro è potente e preciso sul primo palo, sorprende Cragno e regala l'1-1 alla Samp. Passano sessanta secondi e Gabbiadini si inventa un gol straordinario in contropiede. L'attaccante blucerchiato calcia da fuori area e da posizione defilata, eppure il suo mancino si infila potentissimo sotto l'incrocio dei pali. I liguri ribaltano le sorti del match in un amen e comandano per 2-1. L'ultimo lampo è di Radja Nainggolan, che trova il pari all'ultimo istante. Il belga tira fuori dal cilindro un destro fantastico dalla lunga distanza che beffa all'angolino Audero. Il match si conclude sul 2-2.

Leggi anche: Roma-Genoa 1-0, Mancini spinge i giallorossi