Zaniolo con la maglia della Roma
Zaniolo con la maglia della Roma

Roma, 27 marzo 2020 - Continua il recupero anche durante la quarantena per Nicolò Zaniolo: il giovane talento della Roma, intervenuto in diretta sul profilo Instagram ufficiale della società, ha parlato delle sue condizioni fisiche dopo il brutto infortunio che gli ha costretto a dire addio alla stagione. Ma con il calcio fermo il giocatore ha avuto modo di continuare e intensificare gli allenamenti per poter essere a disposizione di mister Fonseca il prima possibile, quando tutta questa situazione sarà giunta al termine.

"Mi sento sempre meglio. Faccio gli allenamenti con le videochiamate, faccio ghiaccio, le solite cose che facevo a Trigoria le faccio qui". Nel corso dell'intervista Zaniolo ha avuto modo di ripercorrere mentalmente la sua carriera, come ad esempio l'esordio contro il Real Madrid: "La sera tutto normale. Il mister mi ha detto alle 11 della mattina che avrei giocato e fino alle 21 ho guardato il soffitto. Stavo in camera con Fuzato, stava al pc e io lo invidiavo un po’ perché non aveva pressioni (ride ndr) ma è stato bellissimo". Oppure il doloroso momento dell'infortunio che ha condizionato fortemente la sua stagione: "All’inizio è una bella mazzata. Il primo mese non riesci a fare le cose che facevi prima, da quando levi i punti inizia la discesa e vedi miglioramenti giorno dopo giorno".

Il giallorosso però ricorda anche le emozioni del campo, come la sensazione che si prova dopo aver segnato un gol proprio sotto la sua curva: "Il sogno di tutti. Un’emozione unica, quando segni ti viene automatico andare sotto la Sud e quando stai lì sei in un mondo tutto tuo". Infine Zaniolo non dimentica di rivolgere un pensiero anche a tutte le attività di volontariato che la Roma sta portando avanti grazie alla sua fondazione Roma Cares che in questi giorni ha aiutato tanti tifosi over 70 a superare un momento di difficoltà donando mascherine e beni di prima necessità, oltre ad aver contribuito con ingenti donazioni agli ospedali della città: "Quello che sta facendo la Roma è una grandissima cosa, aiutare lo Spallanzani anche grazie ai tifosi è stato bello. Bisogna ringraziare la società e i tifosi, uniti come una famiglia".