Schick in campo con il Lipsia
Schick in campo con il Lipsia

Roma, 16 giugno 2020- Le strade del Lipsia e di Patrik Schick si divideranno alla fine della stagione. Il club tedesco ha fatto sapere che non è intenzionato a esercitare il diritto di riscatto sul giocatore che rientrerà a Roma quando la Bundesliga sarà terminata, diventando a tutti gli effetti un altro dei partenti che la dirigenza giallorossa cercherà di piazzare nel corso del prossimo mercato per cercare di riempire le casse della società.

Il 15 giugno infatti sono scaduti i termini per il riscatto del giocatore, fissato a 29 milioni di euro pagabili in due rate o 27 cash, una possibilità che dalla Germania è stata scartata a seguito della crisi portata dalla pandemia e che ha costretto l'allenatore Julian Nagelsmann a rivedere i suoi piani per il futuro. Eppure sembrava che il ceco fosse destinato a restare al Lipsia: non sono bastati i 10 gol in 24 presenze a metterlo al centro del progetto della prossima stagione, costringendolo di fatti a terminare dopo un anno l'esperienza che lo aveva aiutato a rialzarsi dopo le stagioni in giallorosso.

Schick quindi tornerà alla base e la Roma è già all'opera per trovargli una nuova squadra. Il prezzo del cartellino è fissato attorno ai 25 milioni di euro, cifra sotto alla quale i giallorossi non intendono scendere per non non fare una minusvalenza rispetto ai soldi investiti per acquistarlo tre anni fa. La pista più calda sembra quella diretta verso la Premier League. L'Everton di Carlo Ancelotti avrebbe pensato a lui per far fronte all'eventuale partenza di Kean, corteggiato in questi giorni dal Tottenham, ma anche il Newcastle con il suo ambizioso progetto milionario potrebbe inerirsi nella corsa verso il giocatore.