Mourinho ha tutto l'ambiente dalla sua parte
Mourinho ha tutto l'ambiente dalla sua parte

Roma, 13 novembre 2021- Tra i sostenitori del lavoro di Jose Mourinho alla Roma ci sono anche due nomi eccellenti: si tratta di Francesco Totti e Daniele De Rossi, bandiere della storia giallorossa che si sono schierati apertamente dalla parte del nuovo allenatore. La sosta per le nazionali ha permesso al portoghese di studiare meglio la sua squadra e capire come affrontare al meglio questa complicata parte della stagione, con il pieno sostegno dei due ex calciatori.

De Rossi avverte la Roma

Il primo a tutelare il lavoro di Mourinho è stato proprio De Rossi ai microfoni di SkySport, nel corso di un'intervista sulla Nazionale. L'ex bandiera della Roma ha avvertito i giallorossi: "La Roma sarà soddisfatta se a fine stagione non avrà fatto stufare anche questo allenatore, che è uno dei più forti in circolazione. Al di là del fatto estetico, Mourinho è uno dei 5-6 allenatori più forti di sempre, ho la Roma dentro al cuore ma è meglio vederla da fuori ora, non vorrei mettermi nei panni di Mourinho. Stanno uscendo fuori in tanti, ma Mourinho ha personalità e sarà sereno".

Totti difende Mourinho

Intervenuto ai microfoni di Sky, l'ex capitano giallorosso ha ripreso le parole del suo vecchio compagno di squadra sulla situazione attuale della Roma, reduce da un mese avaro di soddisfazioni. Totti però difende pienamente il lavoro di Mourinho, per molti diventato parte del problema: "Io penso che se stiamo qua e parliamo di Mourinho come un problema della Roma abbiamo sbagliato tutto". Per l'ex giocatore, l'esperienza del portoghese non si discute e può fare la differenza in un momento così complicato: "Se prendi tutti gli altri allenatori di A messi insieme, lui ha vinto di più. Chapeau. Bisogna puntare su di lui, è un grande tecnico, un motivatore, un allenatore a 360 gradi. Sa come gestire il gruppo, sa quello che deve dire e fare. Io punto sempre su questi personaggi: bisogna stare vicini a lui".

Leggi anche - Napoli, maledizione Demme: dopo l'infortunio arriva la positività al Covid