Roma, 26 agosto 2017 - Roma-Inter 1-3. Il big match di questa seconda giornata di campionato se lo aggiudica l'Inter, che sbanca l'Olimpico per 3 a 1. Protagonista indiscusso dell'incontro Icardi, autore di una doppietta, la seconda stagionale. I suoi gol ribaltano il vantaggio della Roma firmato Dzeko, mentre il tris è opera di Vecino. I nerazzurri con questa vittoria non solo raggiungono la Juventus in vetta alla classifica con sei punti, ma soprattutto lanciano un messaggio forte al campionato, in chiave qualificazione Champions e forse Scudetto. Per i giallorossi invece un segnale d'allarme, in attesa dell'arrivo, sempre più probabile, di Schick: basterà per rendere questa squadra competitiva per le zone alte della graduatoria?

INTER_24942447_224640

Di Francesco sceglie il tridente offensivo Perotti-Dzeko-Defrel, mentre Spalletti lancia dall'inizio Gagliardini, in coppia con Vecino. A partire meglio è l'Inter: i nerazzurri pressano alto e questo permette loro di controllare il ritmo del gioco. I viaggianti hanno l'unico difetto di mancare di pericolosità in avanti, fatta eccezione per un clamoroso errore a porta vuota di Icardi, fermato comunque per offside. La Roma esce così fuori alla distanza e al 15' i giallorossi collezionano la prima palla gol, con un tiro di Kolarov che centra il palo. Poco male, perché pochi secondi più tardi i padroni di casa sbloccano il punteggio grazie a Dzeko. Il bosniaco, servito alla perfezione da Nainggolan, controlla di petto e di destro non dà scampo ad Handanovic.

Icardi e Vecino ribaltano la Roma, a cui non basta Dzeko: all'Olimpico finisce 3 a 1

Nonostante il vantaggio di De Rossi e compagni, la gara resta equilibrata, anche se gli ospiti perdono campo con il passare dei minuti. Al 39' i ragazzi di Di Francesco vanno a un passo dal raddoppio, ma la conclusione di Nainggolan dalla distanza è sfortunata, perché colpisce in pieno il palo. L'Inter risponde e Icardi chiama in causa Alisson, che consente ai suoi di andare a riposo sull'1 a 0. Dagli spogliatoi esce una Roma decisa a chiudere il conto. I vicecampioni d'Italia schiacciano gli avversari e al 59' è ancora un legno a negare il 2 a 0 a Perotti, autore di un bellissimo tiro a girare. La dura legge del calcio punisce i giallorossi, che nel loro momento migliore subiscono il pari, firmato da Icardi, liberato dall'assist di Candreva.

Passa appena un minuto e El Shaarawy ha immediatamente la chance per il nuovo vantaggio, ma il suo tentativo viene salvato quasi sulla linea da Dalbert. La gara si fa sempre più accesa e le occasioni fioccano da una parte e dall'altra. Ad approfittarne è l'Inter, che completa la rimonta grazie a Icardi, che si gira in area e fulmina Alisson. Il capitano nerazzurro sfiora la tripletta, la Roma si riversa in avanti e nel finale arriva il 3 a 1 di Vecino, imbeccato da un cross di Perisic. I capitolini sono al tappetto e al triplice fischio di Irrati, la banda di Spalletti può sorridere per il secondo successo in un campionato che non poteva aprirsi in maniera migliore.

Il tabellino

Roma (4-3-3): Alisson 5, Juan Jesus 5, Manolas 5, Fazio 4.5, Kolarov 6, Nainggolan 6, De Rossi 6 (38' st Under sv), Strootman 5, Defrel 5.5 (18' st El Shaarawy 6), Dzeko 6.5, Perotti 6.5 (46' st Tumminello s.v.). (28 Skorupski, 18 Lobont, 15 Moreno, 40 Ciavattini, 7 Pellegrini, 21 Gonalons, 30 Gerson, 24 Florenzi, 48 Antonucci). All.: Di Francesco 5.5. 

Inter (4-2-3-1): Handanovic 6, D'Ambrosio 6, Skriniar 5.5, Miranda 5.5, Nagatomo 5 (12' st Dalbert 6), Gagliardini 4.5 (1' st Joao Mario 6), Vecino 6.5, Candreva 5.5 (38' st Cancelo sv), Borja Valero 6, Perisic 6, Icardi 7.5 (27 Padelli, 13 Ranocchia, 15 Ansaldi, 61 Vanheusden, 77 Brozovic, 8 Jovetic, 23 Eder, 96 G.Barbosa, 99 Pinamonti). All.: Spalletti 6.5. 

Arbitro: Irrati di Pistoia 6