Cornelius, autore di una tripletta
Cornelius, autore di una tripletta

Parma, 20 ottobre 2019 - Parma forza 5. Gli uomini di D’Aversa s’impongono 5-1 sul Genoa e si riscattano dopo la caduta nel derby emiliano con la Spal (1-0). I gialloblù chiudono il primo tempo sul 3-0, con la rete di Kucka e la doppietta di Cornelius. Tutto avviene negli ultimi 8’ di gioco. Nella ripresa, poi, Cornelius firma la sua tripletta e Kulusevski chiude i giochi. Nel mezzo Pinamonti sigla il gol della bandiera genoana.

Parma-Genoa 5-1, rivivi la diretta

Serie A: risultati e classifica

Cronaca. Il Parma negli ultimi 8’ del primo tempo risolve la pratica Genoa con le reti di Kucka e la doppietta di Cornelius. Partono forti i padroni di casa, due le occasioni: al 3’ sinistro pericolosissimo di Barillà, la sfera esce di poco rispetto alla porta di Radu, mentre pochi secondi dopo Inglese si divora l’1-0, la sua conclusione non gira abbastanza e non inquadra il bersaglio grosso. Il Genoa, poi, prende le misure e solo al 20’ i gialloblù si rendono nuovamente pericolosi con Cornelius: l’ex attaccante dell’Atalanta, da ottima posizione, conclude sull’esterno della rete. Tre giri d’orologio e gli ospiti vanno ad un passo dal vantaggio: Sepe sbaglia l’intervento in uscita e Kucka è bravissimo a opporsi con il corpo alla conclusione a botta sicura di Pandev. Nove minuti e l’estremo difensore gialloblù si riscatta compiendo un doppio miracolo sul doppio tentativo ravvicinato di Goldaniga. Scampato il pericolo, il Parma prima si mangia l’1-0 con Cornelius (da pochi passi non inquadra lo specchio della porta), poi va in vantaggio con il preciso sinistro di Kucka. Successivamente, i ducali tra il 42’ e il 46’ dilagano e con la doppietta di Cornelius si portano sul triplo vantaggio: l’attaccante danese numero 11 si riscatta e buca due volte l’incolpevole Radu, con un colpo di testa e un con un preciso tentativo mancino.

Il Parma nel secondo tempo trova anche quarto e quinto gol (tripletta di Cornelius e pokerissimo di Kulusevski). Inizio scoppiettante di ripresa. Al 50’ il Parma cala il poker con la tripletta di Cornelius (perfetto mancino dal limite dell’area di rigore), mentre al 52’ il neo entrato Pinamonti prova a riaprirla immediatamente con un sinistro fulminante, che non lascia scampo all’incolpevole Sepe. Subito il gol, gli uomini di D’Aversa non si scompongono, anzi al 69’ sfiorano il 5-1 con Barillà, ma Ankersen è miracoloso e stoppa il numero 17 poco prima della conclusione. Passano 8’ e il Genoa, con Ghiglione, va ad un passo dal 2 a 4. Tre minuti e il Parma chiude i conti con il pokerissimo: errato retropassaggio di Ankersen, Kulusevski s’impossessa del pallone, scarta il povero Radu e deposita la sfera in fondo al sacco. All’ultimo minuto Sepe respinge la conclusione ravvicinata di Kouamé. Gli uomini di D’Aversa, con questa vittoria, riscattano il passo falso di Ferrara (1-0 con la Spal) e agganciano la Lazio al settimo posto, con 12 punti. Notte fonda in casa Genoa: gli uomini di Andreazzoli (la sua panchina ritorna a traballare pericolosamente) ottengono la quinta sconfitta stagionale, la terza consecutiva dopo quelle con Lazio e Milan.

Tabellino

Parma-Genoa 5-1


Parma (4-3-3): Sepe, Darmian, Iacoponi, Dermaku (76’ Pezzella), Gagliolo; Kucka, Scozzarella (62’ Hernani), Barillà, Gervinho, Inglese (12’ Cornelius), Kulusevski. Allenatore: Roberto D’Aversa

Genoa (3-5-2): Radu; Goldaniga (54’ Ankersen), Zapata, El Yamiq; Ghiglione, Radovanovic, Schone (71’ Jagiello), Pajac; Lerager, Pandev (46’ Pinamonti), Kouamè.  Allenatore: Aurelio Andreazzoli

Arbitro: Sig. Paolo Valeri

Reti: 38’ Kucka, 42’, 46’pt e 50’ Cornelius, 52’ Pinamonti (G), 79’ Kulusevski. Note. Ammoniti: Scozzarella (P); Radovanovic, Kouamé (G)