Doppietta di Mertens contro la Samp (Lapresse)
Doppietta di Mertens contro la Samp (Lapresse)

Napoli, 14 settembre 2019 - Si erano presentate a questa partita con lo stesso numero di reti incassate (7) nelle prime due giornate di campionato, ma al San Paolo le strade di Napoli e Sampdoria si separano in questo senso: gli azzurri infatti segnano due reti e lo fanno sempre con Mertens, che consente ai suoi di riavvicinarsi alla Juventus in classifica.

Serie A, le partite di oggi. Risultati e classifica

Napoli-Sampdoria 2-0, rivivi la diretta

SUBITO MERTENS - Insigne e Manolas vanno in panchina: Ancelotti sceglie Lozano e Maksimovic dal 1', con Elmas e Fabian Ruiz interni di centrocampo. E' proprio dello spagnolo il primo guizzo del match, con un mancino dal limite che fa lavorare subito Audero. La Sampdoria risponde con la girata su corner di Caprari, sulla quale Meret si oppone. Il gol però è nell'aria e arriva al 13', quando Di Lorenzo mette al centro un pallone forte e teso che al volo Mertens insacca. Il Napoli cerca subito il raddoppio e lo fa con i volti nuovi: Elmas sfiora il bersaglio grosso dopo una bella imbucata di Zielinski e Lozano col destro da fuori mette i brividi ad Audero. Al 18' è ancora Mertens ad andare a un passo dal gol sugli sviluppi di un corner, ma stavolta la traversa dice no. Sul ribaltamento Mario Rui buca l'intervento su un lancio di Quagliarella che raggiunge Rigoni: solo l'uscita alla disperata di Meret salva il Napoli, mentre poco dopo è proprio il capitano dei blucerchiati a mettersi in proprio con una botta che si spegne non lontano dal palo. Il grande ex ci riprova al 44' da distanza ancora più proibitiva ma l'esito è il medesimo.

DI NUOVO DRIES - All'inizio della ripresa il Napoli prova a controllare il match e ad affondare quando si può: è quello che fa Elmas con un'incursione al 51' sulla quale Audero mette i pugni. Al 65' debutta in azzurro Llorente, che rileva Lozano: l'ex Tottenham fa appena in tempo a entrare e servire l'assist a Mertens, che insacca a porta vuota dopo una deviazione di Ferrari. Non paghi, i partenopei sfiorano il tris con il gran tiro a volo di Callejon, sul quale Audero replica a mano aperta. La Sampdoria prova a rientrare con il mancino di prima di Quagliarella da corner, ma a essere colpito è solo l'esterno della rete. Al 77' va ancora più vicino al gol Ekdal, che non riesce a spingere il pallone in porta dopo la grande discesa del neo entrato Gabbiadini. All'83' l'altro volto nuovo Insigne cerca la rete con un tiro a giro che però termina a lato: il numero 24 ci riprova poco dopo, ma i piedi di Audero si oppongono ma non salvano i suoi dalla terza sconfitta in campionato.



Il tabellino

Napoli (4-4-2): Meret, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui, Callejon, Ruiz, Elmas (30' st Insigne), Zielinski, Lozano (20' st Llorente), Mertens (35' st Younes). (25 Ospina, 27 Karnezis, 2 Malcuit, 13 Luperto, 31 Ghoulam, 44 Manolas, 70 Gaetano). All: Ancelotti. 

Sampdoria (3-4-1-2): Audero, Ferrari, Murillo, Regini (20' st Leris), Bereszynski, Linetty, Ekdal, Murru, Caprari (23' st Gabbiadini), Rigoni (33' st De Paoli), Quagliarella. (22 Seculin, 30 Falcone, 3 Augello, 5 Chabot, 8 Barreto, 9 Bonazzoli, 11 Ramirez, 15 Colley, 18 Thorsby). All.: Di Francesco. 

Arbitro: La Penna di Roma. 

Reti: nel pt 14' Mertens; nel st 22' Mertens. Angoli: 8-7 per il Napoli. Recupero: 2' e 5'. Ammoniti: Maksimovic, Regini, Ruiz, Caprari per gioco scorretto; Ancelotti per proteste. Spettatori: 40 mila.