Maurizio Sarri
Maurizio Sarri

Napoli, 17 giugno 2019 - "Carlo Ancelotti ci faccia sognare perché battere la Juventus di Maurizio Sarri sarebbe un orgasmo calcistico". Parola di Luigi De Magistris, sindaco di Napoli. Il primo cittadino del capoluogo campano è l'emblema in questo momento del sentir popolare. Le sue dichiarazioni rendono bene l'idea dell'atmosfera che si respira all'ombra del Vesuvio. I sostenitori azzurri si sentono traditi dal loro ex condottiero. "Non posso non nascondere il dispiacere, la delusione, l'amarezza: capisco che si è professionisti ma capisco anche che nella vita si può scegliere, in politica come nel calcio, e non posso dimenticare le frasi di Sarri a proposito del 'Palazzo' e di altro", il laconico commento di De Magistris.

Il sindaco prosegue così: "A 51 anni continuo a essere un romantico e penso che nelle professioni, nelle istituzioni, nella politica e anche nel calcio, travolto dalla finanza, dagli affari e dagli scandali, ci debba essere spazio per i romantici. Nonostante ciò, il movimento nato attorno a Sarri è stata una delle cose più belle degli ultimi anni". Già, ma in questo momento i dolci ricordi non possono consolare i tifosi del Napoli, letteralmente pazzi dell'ormai ex allenatore del Chelsea. Almeno fino al passaggio alla Juventus: una scelta, quella di accettare l'offerta degli acerrimi avversari, che il popolo azzurro potrebbe non perdonargli mai.

Ma adesso tutta Napoli vuol prendersi la rivincita sul campo, provando a battere la Vecchia Signora e quel maestro di calcio che per tre anni ha fatto sognare un'intera città. Un sogno che in queste ore si è trasformato in un incubo a tinte bianconere.