José Mourinho
José Mourinho

Milano, 16 gennaio 2019 - L'addio al Manchester United è ormai solo un brutto ricordo per José Mourinho. Trascorso quasi un mese dall'esonero, il portoghese non è rimasto disoccupato a lungo. Lo Special One ha trovato lavoro: non da allenatore però, ma da commentatore tv. "Bein Sports" non ha badato a spese per assicurarsi l'ex Inter, che guadagnerà 60mila sterline a partita (oltre 67mila euro). Il debutto di Mou è in programma domani con le sfida in Coppa d'Asia fra Arabia Saudita e Qatar, mentre il piatto forte arriverà sabato con il derby fra Arsenal e Chelsea. Perché sì, il tecnico classe '63 potrà commentare la Premier League, ma senza far riferimento alle vicende personali che lo hanno portato alla rottura con lo United.

United che intanto gli ha riconosciuto una ricchissima buonuscita da oltre 16 milioni di euro. Ciò significa che da adesso Mourinho è libero di sedersi su un'altra panchina. Il Real Madrid, al momento, pare la destinazione più probabile, alla luce della separazione con Solari a fine stagione (a meno che i Blancos non vincano la Champions League...) e della grande stima che Florentino Perez nutre nei confronti dello Special One. Se tuttavia le cose in casa Real nelle prossime settimane dovessero naufragare, il numero uno degli spagnoli potrebbe pensare a un'immediata rivoluzione, con Mourinho fin da subito nuovo allenatore dei Galacticos. Le ipotesi di un ritorno del portoghese al Benfica o all'Inter, seppur intriganti, appaiono invece irrealizzabili per un motivo o un altro (specie dal punto di vista economico).