Paolo Scaroni (ANSA)
Paolo Scaroni (ANSA)

Milano, 1 giugno 2020 – In casa Milan resta di grande attualità il tema del possibile arrivo del tedesco Ralf Rangnick come nuovo manager-allenatore. Un possibile, ennesimo cambio al timone sportivo dei rossoneri non confermato né smentito dal presidente del club Paolo Scaroni che ai microfoni di Radio Rai ha però ribadito almeno per il momento la fiducia nei confronti di Stefano Pioli e Paolo Maldini: “Non so se arriverà Rangnick. Queste scelte le fa Gazidis e non sono al corrente dei potenziali candidati con i quali si relazione. Per ora noi abbiamo fiducia in mister Stefano Pioli e Paolo Maldini”.

Lo sguardo di Scaroni si è poi spostato sulla ripresa della Coppa Italia e del campionato con la speranza di non vederlo nuovamente interrotto: “Speravamo che la Coppa Italia venisse portata a termine in agosto ma invece avremo potenzialmente due partite ravvicinate e molto stressanti per i giocatori. Alla fine si è scelto il compromesso del 12 giugno, ma resto ottimista. Abbiamo votato all’unanimità per ripartire e siamo compatti nel voler giocare al più presto. Per quanto riguarda il campionato noi ci auguriamo che non ci sia bisogno di nessun piano B o C. Speriamo di portarlo a termine come previsto”.

Scaroni ha quindi ribadito la volontà del Milan di portare a termine la costruzione del nuovo stadio e di puntare su un “progetto giovani” per contenere i costi e non incappare in nuove sanzioni UEFA: “Il Fair Play ci impedisce di fare follie e per questo vogliamo cercare di contenere i costi e aumentare i ricavi. Gazidis si è concentrato molto su questi aspetti. Sul mercato cerchiamo profili di giocatori giovani e a prezzi ragionevoli per evitare nuove stangate dalla UEFA. Per questo mi sembra comunque utopistico pensare ad una rinascita immediata. La nostra priorità è il nuovo stadio e speriamo di avere presto novità positive in questo senso. La figura del Meazza non sparirà dalla geografia di Milano ma costruiremo uno stadio più adatto alle nostre esigenze”.

Infine il numero uno del club di via Aldo Rossi ha fissato anche l’obiettivo del ritorno in Europa dei rossoneri e auspicato un pronto rientro in campo di Zlatan Ibrahimovic: “Speriamo di riconquistare l’accesso all’Europa attraverso la Coppa Italia altrimenti dovremo sforzarci a lottare maggiormente in campionato. Su Ibra ho letto notizie confortanti provenienti dalla Svezia e auspico possa presto tornare in campo”.