Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 31 luglio 2020 – Penultimo “giorno di scuola” per il Milan che, ormai già certo del sesto posto finale, domani sera alle 20.45 (diretta su Sky Sport e streaming su Sky Go) ospiterà il Cagliari per la sfida che conclude il campionato rossonero. Pur senza velleità di classifica, i rossoneri vogliono comunque chiudere in bellezza una seconda parte di campionato che li ha visti assoluti protagonisti: “Domani andremo in campo con la formazione migliore possibile - ha detto alla vigilia mister Stefano Pioli -. Bisognerà valutare il recupero di alcuni giocatori e ancora non so se sarà del tutto simile a quella di Genova. Mancherà sicuramente Rebic e al suo posto giocherà Leao. Ci saranno alcuni cambi ma tutti sapranno farsi trovare pronti. Vogliamo vincere ma il Cagliari ha battuto la Juve non ci spianerà la strada. Dobbiamo assolutamente finire bene la stagione”. L’allenatore rossonero, insomma, non si accontenta di quanto fatto fino ad ora in questo 2020: “Da subito sapevo di avere a disposizione una squadra di qualità e i singoli sono cresciuti molto grazie proprio al gioco di squadra. Abbiamo fatto un 2020 davvero eccellente ma adesso abbiamo il dovere di chiudere bene la stagione. So di chiedere molto ai miei giocatori che sono stanchi sia fisicamente che mentalmente”.

Lo sguardo di Pioli si è poi proiettato al futuro: “Il prossimo anno vogliamo lottare per qualcosa di più importante. Il Milan deve tornare a giocare la Champions”. La continuità sarà un altro aspetto fondamentale per proseguire nel solco tracciato in questo 2020: “Dovrà essere il nostro filo conduttore. Abbiamo lavorato tanto e duramente per trovare la giusta continuità e una filosofia di gioco. Adesso è il momento di consolidarla e di pensare di crescere e migliorare. Un po’ a me dispiace che finisca la stagione ma i ragazzi adesso hanno bisogno di riposare perché hanno dato tutto ciò che avevano. Tra noi c’è sintonia e voglia di lavorare assieme e sono sicuro che ritroverò questo spirito il prossimo anno”. La chiosa è un saluto ai tifosi: “Non posso che ringraziarli tanto perché ci hanno sempre seguito e ci dispiace non aver condiviso con loro l’ultima parte di stagione. Siamo stati forti senza di loro ma con loro lo saremo ancora di più”.