Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 7 marzo 2020 – Vigilia un po’ particolare per il Milan che domani alle 15 tornerà in campo per recuperare il match contro il Genoa che non si è giocato domenica scorsa per le restrizioni anti-Coronavirus. Non c’è stata neppure oggi la consueta conferenza stampa pre-partita – come già accaduto la scorsa settimana e prima di Juventus-Milan, poi rimandata – ma mister Stefano Pioli ha comunque parlato ai microfoni di Milan TV per fare un punto della situazione e parlare del match contro i liguri che si giocherà a porte chiuse: “Sarà una situazione un po’ particolare che non deve diventare una giustificazione. Siamo di fronte ad un’emergenza e dovremo dimostrare mentalità e concentrazione, tenendo presente che i nostri tifosi ci guarderanno in tv e sarebbe importante regalare loro un po’ di svago e felicità”. La squadra arriva da una settimana senza partite ma di lavoro intenso e positivo: “Abbiamo lavorato con attenzione e determinazione. Sappiamo quanto sia importante tornare a giocare e vincere. Dobbiamo fare in fretta a recuperare terreno prezioso”. Dall’altra parte domani ci sarà un Genoa in buono stato di forma: “Con il cambio di allenatore hanno invertito la rotta e lottano per traguardi importanti come noi. Hanno appena perso contro la Lazio ma l’hanno messa in difficoltà. Sanno stare bene in campo e quindi ci sarà bisogno di una prestazione di qualità e concentrazione”.

L’idea dei rossoneri, come già fatto in questi ultimi mesi, è quella di cercare di tenere in mano il pallino del gioco: “Abbiamo lavorato molto per mettere in difficoltà i nostri avversari perché le qualità per tenere bene il campo e provare a impostare la partita secondo i ritmi a noi più congeniali. E’ però importante tenere presente che dovremo essere pronti a sfruttare ogni occasione che si presenta”. Nell’undici titolare di domani ci dovrebbero essere anche Kjaer e Begovic che quando chiamati in causa hanno sempre ben figurato: “Con il mercato di gennaio siamo migliorati molto tecnicamente ma anche sul piano della cultura del lavoro, della cura dei dettagli e della professionalità durante la settimana. Kjaer e Begovic sono persone e professionisti di livello che hanno aiutato la squadra a crescere”. Infine Pioli ha ribadito anche di sentire la fiducia della società: “Ho sempre avvertito il supporto del club. Qui a Milanello lavoriamo con grande concentrazione e tranquillità. Abbiamo tutti gli strumenti per fare bene ed è quello che stiamo facendo”.