Con una vittoria il Milan è certo del sesto posto
Con una vittoria il Milan è certo del sesto posto

Milano, 15 maggio 2018 - All'ultima giornata di campionato il Milan ha solo un obiettivo: difendere il sesto posto. Sarà necessario dunque tenere d'occhio il testa a testa con l'Atalanta, unica squadra ancora in corsa per togliere al Milan la possibilità di andarsi a giocare direttamente i gironi di Europa League senza dover passare dallo sfiancante percorso di preliminari che con la nuova riforma prevede un turno in più rispetto alla stagione passata.

Fondamentale per il Milan qualificarsi subito alla fase successiva visto che quest'anno ha fisicamente pagato la preparazione anticipata e sa cosa significa dover programmare la preparazione con largo anticipo. Inoltre, nell'estate dei mondiali, non tutti i calciatori sarebbero immediatamente disponibili. E allora a pochi giorni dalla chiusura ufficiale di questa Serie A, per certi versi agonica per il Milan, è tempo di fare tutti i calcoli del caso.

La squadra di Gattuso ha 1 punto di vantaggio sull'Atalanta e ciò le permette di essere padrona del proprio destino: in caso di vittoria contro la Fiorentina non ci sarà possibilità di portare variazioni in quella zona di classifica e l'Atalanta non potrebbe fare nulla. Qualora il Milan dovesse invece pareggiare all'Atalanta basterebbe battere il Cagliari in trasferta per trovare il contro-sorpasso all'ultima giornata. Mentre nel caso peggiore, quello di sconfitta interna del Milan con la Fiorentina, all'Atalanta basterebbe anche un pari contro il Cagliari visto che a parità di punti si qualificherebbe la squadra di Gasperini che gode del vantaggio degli scontri diretti.

L'impegno con la Fiorentina non è da sottovalutare per il Milan visto che i viola si giocano ancora qualcosa. Aritmeticamente sono ancora in corsa per il settimo posto, che però è sostanzialmente impossibile da raggiungere, ma devono difendere l'ottava posizione dall'assalto della Sampdoria, ancora capace di effettuare il sorpasso in caso di vittoria contro la Spal e conseguente KO fiorentino a San Siro. La perdita dell'ottavo posto costerebbe alla Fiorentina anche la qualificazione agli ottavi di finale di Coppa Italia, obbligandola a disputare la fase preliminare.

Per questo la squadra di Pioli, a cui basterebbe un punto per raggiungere il proprio ultimo obiettivo, non verrà a regalare nulla ai rossoneri, nel giorno che deciderà le sorti di tutti.