Brahim Diaz (ANSA)
Brahim Diaz (ANSA)

Milano, 5 settembre 2020 - L’amichevole che il Milan disputerà questa sera alle 20.45 a San Siro contro il Monza (diretta su Italia 1) potrebbe essere la prima occasione per vedere Brahim Diaz con addosso la casacca rossonera. Ieri, infatti, il Milan ha ufficializzato l’arrivo in prestito dal Real del trequartista classe 1999 che si è subito presentato ai suoi nuovi tifosi attraverso i microfoni di Milan TV: “Le mie prime impressioni rossonere sono molto buone. Si vede chiaramente che tipo di club è il Milan. Per me essere qui e giocare per una società con una storia incredibile è un grande privilegio”. In rossonero Diaz troverà Theo Hernandez che come lui ha un passato al Real Madrid: “Non ho ancora avuto l’occasione di parlare con Theo ma lo farò appena ci vedremo e sono sicuro che mi accoglierà bene al primo allenamento visto che è stato al Real e sa già cosa vuol dire giocare in Italia. Penso che il mio adattamento qui sarà semplice perché si vede che il gruppo è incredibile”.

A parlargli bene dell’Italia ci ha pensato anche Zinedine Zidane che conosce bene il nostro Paese e il calcio italiano: “Zidane è stato molto gentile con me a Madrid e mi ha parlato molto bene dell’Italia e della serie A, anche perché Milano gli piace molto”. Diaz sulle spalle avrà la maglia numero 21, appartenuta lo scorso anno a Zlatan Ibrahimovic: “Indossare il numero che lo scorso anno è appartenuto ad Ibra è un onore ma ti dà anche molta pressione, cosa che a me piace perché lui è una leggenda del Milan. Difenderò con passione questa maglia e soprattutto giocando un calcio in grado di appassionare tutti i supporter rossoneri”. Proprio ai tifosi lo spagnolo promette grande lavoro, impegno e divertimento: “Credo che apprezzeranno il mio lavoro. Ad un giocatore non basta il talento. Spero che a loro piaceranno le mie accelerazioni sulle fasce e per vie centrali. Dobbiamo cercare di divertirci tutti assieme”.