Messi (ANSA)
Messi (ANSA)

Barcellona (Spagna), 31 maggio 2020 – Nulla sarà più come prima dopo la pandemia di Coronavirus, neppure il calcio. A dirlo è Leo Messi attraverso le colonne de “El Pais”, giornale spagnolo: “Il calcio così come la vita di tutti i giorni non sarà più come prima. Tutto il mondo dello sport è stato molto colpito sia sul piano economico, perché ci sono molte imprese che fanno parte dell’indotto che dovranno fare i conti con una grave crisi, sia su quello sportivo perché il ritorno agli allenamenti e alle gare sarà molto diverso. Cambieranno gran parte di tutte le routine che avevamo abitualmente”.

Il fuoriclasse del Barcellona ha poi parlato del senso di frustrazione provato in questi mesi di lockdown e ha ringraziato medici e infermieri che hanno affrontato l’emergenza sanitaria: “Ognuno ricorderà a modo suo questi mesi difficili. Io li ho vissuti con un senso di frustrazione e pena nei confronti di coloro che si sono trovati ad affrontare la perdita dei propri cari. Va poi rivolto un grande ringraziamento a tutti coloro che nelle strutture ospedaliere hanno messo a rischio le loro vite per combattere questo terribile virus”.