Lionel Messi
Lionel Messi

Barcellona, 3 settembre 2020 - Clamoroso dietrofront da parte dell'entourage di Lionel Messi. Dopo l'incontro di ieri fra il padre-agente del fenomeno del Barcellona, Jorge, e il presidente blaugrana Josep Maria Bartomeu, va registrato un importantissimo aggiornamento della telenovela che sta tenendo con il fiato sospeso tutto il mondo calcistico. Alla luce delle difficoltà di liberarsi a zero dal club catalano, il sei volte Pallone d'Oro avrebbe deciso di restare ancora una stagione, per poi salutare la compagnia nel giugno 2021, quando il suo contratto sarà ufficialmente scaduto. 

Dalla Spagna arrivano infatti delle dichiarazioni di Messi senior, che ai microfoni di Deportes Cuatro ha aperto alla possibilità che il figlio continui al Barcellona, quando solo ieri aveva escluso questo scenario. Alla domanda sulla possibilità che il figlio rimanga un altro anno, infatti ha risposto: "Sì".

Evidentemente non ci sono le condizioni economiche per dire addio in questo momento alla società blaugrana, se non attraverso il pagamento dei 700 milioni di euro della clausola. Una condizione peraltro ribadita nei giorni scorsi dalla Liga iberica. Stando a quanto riportato da El Mundo, la famiglia Messi si sarebbe fidata - sbagliando - del proprio ufficio legale (Cuatrocases), che aveva dato rassicurazioni sulle chances della Pulce di andarsene a costo zero. 

Invece il fuoriclasse è "imprigionato" dal contratto firmato nel 2017: ogni squadra interessata alle prestazioni del classe '87 deve necessariamente sborsare qualcosa come 700 milioni. Una somma inavvicinabile per chiunque. Ecco perché aumentano le possibilità di vedere Messi di nuovo in maglia blaugrana nella prossima annata. Già, ma con che spirito? Ricomporre la frattura creata in queste settimane sembra infatti impossibile.